martedì 19 gennaio 2021

Fagottini di sfoglia al salmone (Mini Kulebjaka)


Ingredienti  per 4 persone:

1 pasta sfoglia fresca rettangolare
4 tranci di filetto di salmone fresco
100 gr. di robiola spalmabile
un pizzico di timo (meglio sarebbe l'aneto)

Dividere la sfoglia in quattro parti , adagiarvi un trancio di salmone, due gocce di olio extra vergine d'oliva, un pizzico di sale e timo  e una noce di robiola.
Richiudere la sfoglia a fagottino, fare un piccolo buco centrale, spennellare con tuorlo d'uovo e mettere in forno a 180° per 35 minuti.








 


lunedì 18 gennaio 2021

Paté en croute





Patè-en croute   

Per Natale 2020 ho preparato il paté en croute di carni bianche. Piaciuto moltissimo.

Ingredienti  per 8 persone

220 cappone già lessato

100 gr. di fesa di vitello

100 gr. di fesa di tacchino

100 gr. di lonza di maiale

Una noce di burro

Salvia tre foglie

Marsala tre o quattro cucchiai

Sale e pepe  q.b.

2 fette di prosciutto crudo

2 fette di mortadella di Bologna

100 gr. di parmigiano reggiano grattugiato

2 uova

4 fette di pan carré integrale (inzuppate nel latte e strizzate)

Un goccio di latte

 200 gr. di ricotta

Noce moscata q.b.

Un cucchiaio scarso di prezzemolo tritato

Una sfoglia Buitoni rettangolare.

 

Preparazione :

 Per prima cosa ho lessato il cappone con un gambo di sedano, una carota e mezza cipolla, sale.

In un’altra pentola antiaderente ho messo una noce di burro con la salvia e vi ho fatto rosolare il vitello, il tacchino e la lonza, spruzzato con tre o quattro cucchiai di Marsala e lasciato sfumare, sale e pepe  e in 10/15 minuti o poco più  portato  a cottura.

Ho lasciato raffreddare leggermente il cappone e la carne poi l’ho passata nel tritacarne, come pure la mortadella e il pan carrè strizzato dal latte.

Ho raggruppato il composto  in una grande ciotola , vi ho aggiunto le due uova, il parmigiano, la ricotta e il prezzemolo, la noce moscata e ho controllato se aggiungere il sale.

Ho voluto utilizzare la ricotta per dare più morbidezza  ed è stata perfetta. Ho amalgamato molto bene poi ho rivestito uno stampo  da plumcake con  della carta forno, vi ho adagiato il mio patè, come se fosse un rotolo, ricoperto con la pellicola e lasciato riposare in frigorifero tutta la notte.

Il mattino dopo ho steso la pasta foglia, ho distribuito le fette di prosciutto crudo ho adagiato il rotolo di paté, avvolto completamente nella sfoglia, fatto due buchini, tipo camino e messo in forno a 180° per 35 minuti ( sempre nello stampo da plumcake).

Lasciato intiepidire  prima di  affettare e servire.









 

giovedì 24 dicembre 2020

Certosino di Bologna




Il Certosino di Bologna (detto anche Panspeziale)
è un dolce tipico della tradizione Natalizia.
Ricetta da La Cucina Italiana.

 
CERTOSINO DI BOLOGNA
 
INGREDIENTI   per 12 persone
      

 

350 g farina 
300 g miele millefiori        
 250 g confettura di mele cotogne
       200 g mandorle sgusciate con la buccia
       125 g frutta candita mista
         75 g Marsala secco
        50 g pinoli
        50 g cioccolato fondente
         50 g cacao
       15 g burro

         12 g lievito in polvere per dolci
         1 g cannella in polvere
         gherigli di noce
         mandorle sgusciate e pelate
      
  Scaldate il miele in una casseruolina e, quando si sarà liquefatto, toglietelo dal fuoco e unitevi g 60 di frutta candita tritata. Versate la farina in una grande ciotola e unitevi poi le mandorle con la pelle e i pinoli, il lievito, la cannella, il cacao, il cioccolato tritato, la confettura, il Marsala e il miele con la frutta candita tritata. Amalgamate gli ingredienti e versate il composto in uno stampo a ciambella (diametro est. cm 25, int. cm 8, h cm 6,5) imburrato e infarinato.
Fate riposare in un luogo tiepido per 4 ore. Decorate a piacere la superficie del dolce con la frutta candita rimasta, le mandorle pelate, le noci e qualche pinolo. Infornate a 180 °C per 50′, sfornate il certosino, sformatelo e lasciatelo raffreddare. Quando il dolce sarà freddo, pennellatelo con miele liquefatto.





 

sabato 28 novembre 2020

Soupe à l'oignon

Soupe à l'oignon

Zuppa di cipolle

Ingredienti per 3/4 persone :

800 g. di cipolle dorate

Un cucchiaio di olio extra vergine d'oliva

Brodo vegetale q.b.

Un bicchierino di Cognac

Fette di pane casereccio (o baguette)

200 g. di Gruyère France grattugiato

Sale e pepe


Affettare le cipolle molto sottili.

Scaldare l'olio in un tegame antiaderente, versarvi le cipolle e farle imbiondire sempre mescolando, salare e pepare . Aggiungere il Cognac, lasciarlo sfumare e continuare la cottura  per mezz'ora circa, aggiungendo poco alla volta il brodo caldo 

Nel frattempo accendere il forno a 180°, preparare il pane a fette e farlo tostare.

Versare la zuppa di cipolle  in una pirofila da forno, disporre  le fette  di pane tostato sopra le cipolle e grattugiatevi tanto gruyère.

Infornate per una decina di minuti e per ultimo girate il tasto del forno sul Grill per pochissimi minuti.

Servite subito.



 

lunedì 16 novembre 2020

PLUMCAKE INTEGRALE ALLO YOGURT E MELE

E' la prima volta che utilizzo la farina integrale. Tutti conosciamo ormai quanto sia importante  per la nostra salute l'utilizzo di farine alternative  al posto della farina bianca. Sono diversi anni che mangio pasta integrale, pane integrale, biscotti integrali. Ma quando faccio le torte utilizzo sempre la farina bianca, per paura di scontentare figli e nipoti. Ora ho deciso di provare e sono stata molto contenta del risultato.

Ingredienti :

200 g. di farina integrale

due uova

100 g. di zucchero di canna

80 g. di olio di semi di mais , oppure 100 g. di burro

1 yogurt intero

2 mele golden

mezza bustina di lievito in polvere per dolci (Pane degli Angeli)

un pizzico di sale

la scorza grattugiata di un limone

il succo di un limone.


Preparazione :

Scaldate il forno a 180°C.

Sgusciate in una ciotola le uova, unitevi lo zucchero di canna e con una frusta elettrica sbattere per alcuni minuti fino a ottenere un composto soffice. 

Incorporate al composto di uova lo yogurt e poi l'olio (o il burro fuso freddo), sempre mescolando.

Mettete in un colino a maglie fitte la farina mescolata al lievito e aggiungetela al composto poco alla volta sempre mescolando, poi anche  un pizzico di sale.

Tagliate le mele a pezzetti, bagnatele con succo di limone e poi versatele nell'impasto. Aggiungete la scorza e il succo del limone

Foderate con carta speciale uno stampo da plumcake (oppure ungete con un po' di burro e una spolverata di farina) , versatevi l'impasto e cuocete in forno a 180° per 40 minuti.

Lasciate raffreddare, sformate  e servite.


Questo plumcake è ottimo sia per la prima colazione, sia per l'ora del the






 

sabato 14 novembre 2020

Arancine




Purtroppo non sono mai stata in Sicilia e non ho mai avuto il piacere di assaggiare le arancine siciliane, ma in questi giorni di lockdown (zona rossa) ho avuto voglia di prepararle.

 Ho trovato tante ricette perché ogni città della Sicilia ha la sua versione. Alla catanese, alla Palermitana, e così via… Le arancine, al femminile, sono quelle rotonde, mentre gli arancini, al maschile, sono a forma appuntita. Ormai sono parte importante del ricchissimo Street food siciliano. Quanto al ripieno c’è l’imbarazzo della scelta. Io ho preferito iniziare con una versione classica, quella col ragù, i piselli e il formaggio.  Ho scelto la ricetta che ho sul libro “ L’Italia del Gambero Rosso – Sicilia “ (pubblicato da Il Sole 24 Ore nel 2007.

 

ARANCINE

Ingredienti per 20 arancine:

400 g. di riso semifino ,

1,2 lt di brodo,

una cipolla piccola,

50 g. di burro,

60 g. di grana  o parmigiano grattugiato,

una bustina di zafferano,

una tazza di ragù di carne,

tre cucchiai colmi di pisellini freschi o surgelati,

100 g. di caciocavallo fresco,

due uova,

300 g. circa di pangrattato,

tre cucchiai di farina,

olio di oliva per friggere.

Preparazione :

Scaldate il burro in una casseruola a fondo pesante e fate appassire a fuoco dolcissimo la cipolla tritata fine. Quando la cipolla comincia a prendere colore, unitevi il riso e fatelo tostare per qualche minuto nel soffritto, sempre mescolando.

Aggiungere quasi tutto il brodo bollente (il resto lo aggiungerete in un secondo tempo, se serve), rialzate la fiamma e lasciate cuocere mescolando ogni tanto.

Un paio di minuti prima della fine della cottura unitevi lo zafferano sciolto in qualche cucchiaio di acqua calda. A fine cottura il riso dovrà essere ancora un po’ al dente e piuttosto denso.

Amalgamatevi il formaggio grattugiato quindi stendetelo sul tavolo di marmo e su un largo piatto e lasciatelo raffreddare.

Lessate i pisellini in poca acqua salata, scolateli e mescolateli al ragù, che dovrà essere piuttosto asciutto.

Tagliate il formaggio a dadini. Prendete in mano una cucchiaiata colma di riso, fateci un incavo e riempitelo con un paio di cucchiaini di ragù e con un dadino di formaggio.

Chiudete con un po’ di riso e modellate con le mani l’arancina, che dovrà avere la forma e le dimensioni di una piccola arancia.

A lavoro ultimato, battete le uova, infarinate le arancine e passatele prima nell’uovo e poi nel pangrattato, rivestendole con uno strato spesso e uniforme.

Lasciatele riposare per un paio d’ore al fresco prima di friggerle in abbondantissimo olio ben caldo (175°).

Quando sono ben dorate, scolatele e passatele su un doppio foglio di carta da cucina.

Servitele calde ma non bollenti.

Le mie osservazioni :

Io ho dimezzato le dosi ed ho ottenuto nove arancine. Siamo in due, non potevo farne così tante. Non avevo il caciocavallo ed ho utilizzato la mozzarella. Certamente col caciocavallo saranno più saporite.

Seguendo questa ricetta sono  riuscita benissimo nella preparazione, avvantaggiata dal fatto che avevo preparato abbondante ragù il giorno prima.

Quanto alla preparazione del riso, il risotto allo zafferano è una mia specialità, essendo milanese, quindi nessun problema. Avevo invece paura che le mie arancine si sarebbero disfate nel friggerle, ma quando  le ho preparate le ho lasciate una notte in frigorifero e le ho impanate al mattino , qualche ora prima di friggerle. Tutto ok. Sono rimasta molto soddisfatta.

 

 








 

lunedì 2 novembre 2020

Torta Tenerina al cioccolato


Ho preparato la  torta tenerina al cioccolato
 seguendo la ricetta di Benedetta Rossi 
www.fattoincasadabenedetta.it


Ingredienti :

250 gr. cioccolato fondente
125 gr. di burro
125 gr. di zucchero
75 gr. di farina 00
4 uova grandi (o 5  medie)
zucchero a velo q.b.

Sciogliamo il cioccolato fondente a bagnomaria mescolando continuamente. Continuando a mescolare aggiungiamo il burro e fino ad incorporarlo tutto. Quindi togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare.

In due ciotole separiamo gli albumi dai tuorli. Usiamo 4 uova grandi oppure 5 medie. Montiamo a neve ferma gli albumi e aggiungiamo lo zucchero poco per volta continuando a frullare.

Riprendiamo i tuorli e mescoliamoli con una frusta, quindi aggiungiamo la crema al cioccolato e mescoliamo. Aggiungiamo la farina poco per volta continuando a mescolare con la frusta.

Aggiungiamo gli albumi montati a neve, un cucchiaio alla volta, mescolando delicatamente con la frusta per fare in modo di mantenere il composto morbido e spumoso.

Prendiamo una tortiera apribile da 24 cm di diametro, con carta forno sul fondo e versiamo l'impasto livellando bene con una spatola.

Inforniamo a 180°C con forno statico per 30-35 minuti, oppure a 170°C con forno ventilato per 30-35 minuti.


Queste le mie foto: