martedì 28 maggio 2019

Torta allo yogurt e fragole



TORTA ALLO YOGURT E FRAGOLE

Ingredienti :

300 gr. di fragole 
200 gr. di farina 00
250 gr. di yogurt (due vasetti da 125 gr.)
150 gr. di zucchero
2 uova
70 gr. Olio di mais Cuore
la scorza grattugiata di un limone
una bustina di vaniglina
mezza bustina di lievito per dolci 



In una terrina sbattere bene le uova con lo zucchero, aggiungere lo yogurt, l'olio di mais, la farina, il lievito, la vaniglina e la scorza grattugiata di un limone.

Se necessario, aggiungere un goccio di latte per ammorbidire l'impasto.



Preparare le fragole ben lavate, asciugate, tagliate a metà e lasciare su carta assorbente per togliere tutta l'umidità.



Imburrare e infarinare una tortiera e versarvi l'impasto.



Distribuire le fragole sull'impasto e far cuocere in forno caldo a 170°C per 40/45 minuti, o fino a quando la torta si presenta ben dorata.



Togliere dal forno e lasciare raffreddare.



Per questa torta alle fragole suggerisco un "Brachetto d'Acqui".






martedì 21 maggio 2019

Crema di carote


 Crema di carote

Ingredienti per 4 persone 

400 g. di carote
due patate
mezza cipolla dorata
un rametto di timo 
sale
pepe
qualche cucchiaio di latte o panna
formaggio grattugiato q.b.
olio extra vergine d'oliva
crostini di pane

Pelare le carote, le patate e la cipolla. Lavare, tagliarle a pezzettoni e fare cuocere in acqua salata con l'aggiunta di un rametto di timo fresco. Con la pentola a pressione, sono sufficienti dieci minuti. Ritirate con la paletta forata e passate al passaverdura (o frullate con il mini-pimer).
Versate in una casseruola, aggiungete due cucchiai di latte (o panna) e del brodo, se necessario, e fate addensare.

Distribuite la crema nelle fondine, condite con un filo d'olio extra vergine d'oliva, un pizzico di pepe e il formaggio grattugiato.

Servite la crema di carote ben calda con crostini di pane fritti in poco olio o burro.



lunedì 20 maggio 2019

Torta di mele - 10° Blog-Compleanno



 

20 Maggio 2009 - 20 Maggio 2019



Sembra incredibile, sono già passati 10 anni da quando ho iniziato a condividere ricette e fotografare piatti della mia cucina casalinga.
Devo riconoscere che ultimamente sono stata piuttosto assente, ma 
prometto a me stessa che recupererò.

Ringrazio gli amici che in questi anni hanno avuto il piacere di seguirmi.  

Oggi voglio festeggiare  con una torta molto semplice, la classica "torta di mele".

Ingredienti :

200 g. di farina 00
125 g. di burro
125 g. di zucchero
3 uova
mezza bustina di lievito in polvere
la scorza grattugiata di un limone
il succo di mezzo limone
3 mele
4 o 5 cucchiai di latte

Procedimento :

Lavorare a crema il burro morbido con lo zucchero, incorporare uno alla volta le uova, poi aggiungere la farina con il lievito , il limone e la scorza di limone. Mescolare bene.

Sbucciare le mele, tagliarle in quarti, levare il torsolo ed affettarle, poi irrorarle con un po' di limone.

Foderare la tortiera con carta forno e versarvi l'impasto. 

Disporre le fette di mela nell'impasto, molto vicine l'una all'altra. Cospargere una spolverata di zucchero.

Mettere in forno già caldo a 170°C per circa un'ora. Verificare la cottura con la prova stecchino e sfornare.


                            

  




sabato 20 aprile 2019

martedì 9 aprile 2019

Torta salata ai finocchi



Ingredienti :

una confezione da 250 g. di pasta brisée
due finocchi
250 g. di ricotta
200 ml  di panna
100 g. di  parmigiano grattugiato
3 uova
noce moscata, 
sale

Lavate e affettate i finocchi a spicchi e fateli lessare in acqua leggermente salata.
Scolateli al dente e passateli in una teglia con un poco di burro e fate rosolare leggermente. Spegnete e lasciate raffreddare.

In una terrina , sbattete le uova, aggiungete la ricotta, la panna, il parmigiano,
la noce moscata e regolate di sale.

Stendete la pasta brisée in una tortiera foderata di carta forno e bucherellate
con i rebbi di una forchetta.

Distribuite i finocchi a raggera e al centro e ricopriteli con la crema preparata.

Cuocete in forno già caldo a 200°  per circa 40 minuti o fino a quando comincia a essere ben dorata in superficie. Togliere dal forno.

Buon Appetito!


sabato 6 aprile 2019

Gli spaghetti alla carbonara


Oggi è il terzo anno del Carbonara Day, giorno in cui tutti festeggiano  questo piatto tradizionale della cucina Romana : gli spaghetti alla carbonara.

Ecco la ricetta classica :


SPAGHETTI ALLA CARBONARA

Sapori  Cucina Romana

La ricetta classica.
Ingredienti per 4 persone

400 g di spaghetti
100 gr. di “bacon” o guanciale
tre uova  (solo i tuorli)
50 gr di pecorino
1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
Sale,  pepe.

Fate soffriggere il guanciale in una larga padella con l’olio, fino a quando sarà diventato trasparente  ma non troppo colorito.
Fate intanto cuocere al dente gli spaghetti in una pentola con abbondante acqua bollente salata.
Sbattete le uova in una terrina, unite il pecorino grattugiato  e il pepe e mettetele in un’ampia zuppiera.
Appena gli spaghetti saranno cotti scolateli, versateli nella padella col soffritto di guanciale, mescolate rapidamente col cucchiaio di legno e versate tutto nella zuppiera con le uova.
Mescolate finchè non si saranno rapprese formando una specie di salsa cremosa, che legherà gli spaghetti.
Distribuite subito nei singoli piatti , in modo che le uova non abbiano a cuocere troppo, e servite.


mercoledì 20 marzo 2019

Polenta e bruscitt


Polenta e  Bruscitt

Una specialità della tradizione di Busto Arsizio , in Lombardia.

(da una preparazione dello chef Sergio Barzetti alla Prova del Cuoco con la  Confraternita di Busto Arsizio) .
  
Questa ricetta è per due kili di carne, io naturalmente  ho seguito la ricetta ma riducendo di molto le dosi.

Ingredienti :
2 kg. di bovino adulto,
100 g. di burro
30 g. di pancetta o lardo
2 cucchiaini di semi di finocchio selvatico
1 spicchio di aglio
1 bicchiere di vino rosso
1 foglia di alloro
Sale e pepe.


 Preparazione:

Tagliare al coltello la carne, riducendola a pezzetti grandi all’incirca come una mandorla
(il termine “bruscitt” significa  “briciole”).
In una pentola spessa, di ghisa o di terracotta, aggiungere a freddo il burro, la carne, un battuto di lardo oppure la pancetta a pezzetti.
Riporre in un sacchetto di garza richiuso a fagottino, i semi di finocchio, una foglia di alloro e lo spicchio di aglio. Salare e pepare. Mettere il coperchio e cuocere a fiamma molto bassa per almeno due ore, mescolando di tanto in tanto con delicatezza, al fine di non rompere il sacchetto di garza. Scoperchiare ed aggiungere il vino e proseguire a fiamma vivace la cottura per altri 15 minuti circa, fino a completa evaporazione del vino.
Servire caldi, accompagnando con una polenta fumante, o con del pane casereccio.