mercoledì 10 settembre 2014

Crostata alla composta di tamarindo e prugne con rosa canina



Ho preparato questa crostata per gli Amici con i quali molto spesso giochiamo a Burraco.
Ecco perché la decorazione rappresenta i semi delle carte : cuori , quadri,  fiori, picche. .


La mia  crostata  è  farcita con una composta di frutta particolare al " tamarindo e prugna con rosa canina ": Virtù di frutta Orogel  senza conservanti e senza glutine.

E' la prima volta che utilizzo questa composta di frutta  e mi è piaciuto veramente molto il gusto. poco dolce, di questo melange.

La ricetta per la pasta frolla  è sempre la solita ,  eccola :



 


 Crostata alla composta di  tamarindo e prugne con rosa canina

ingredienti:

 

200 g. di farina

2 tuorli

100 g. di burro

100 g. di zucchero

un pizzico di sale

scorza di un  limone grattugiata

un cucchiaio di Marsala  ( o un cucchiaio di latte)

260 g. Composta Virtù di frutta Orogel Tamarindo e Prugna con rosa canina

 

 

Esecuzione :

Setacciate la farina a fontana sul tavolo, nel centro mettete

il burro a pezzetti, lo zucchero, i tuorli d’uovo, il Marsala.

Impastate velocemente, aggiungete la scorza di limone e un

pizzico di sale.

Formate una palla , avvolgete in una pellicola e tenete a

riposare al fresco per mezz’ora.

Intanto imburrate e infarinate una tortiera da crostata.

Tolta dal frigor , dividete la pasta in due. Con una parte tirate bene

 la pasta  con il mattarello a uno spessore di circa 3 mm. e rivestite

 il fondo della tortiera , bucherellate  e spalmate la composta

 “Virtù di frutta” sulla superficie lasciando libero il bordo a cordoncino.

Con l’altra pasta anziché la solita griglia, fate delle decorazioni  nelle

 forme che desiderate.

 Mettete la torta in forno già caldo a 175° e fatela cuocere per

circa 30-40 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.

 








 

martedì 9 settembre 2014

Charlotte di frutta


CHARLOTTE DI FRUTTA
 
 
 
CHARLOTTE DI FRUTTA di Luciana
 

Per 8 /10 persone

 
Ingredienti


Per il ripieno

1 kg di frutta mista (mele, pere, prugne )

100 g di zucchero

buccia di limone

un pizzico di cannella in polvere

2 chiodi di garofano

zucchero a velo

 

Per la pasta

300 g di farina

200 g di burro

100 g di zucchero

1 uovo

2 cucchiai di rum

 

Procedimento

Preparate il ripieno: la sera prima raccogliete in una casseruola d’acciaio inossidabile la frutta tagliata a pezzetti, una sottile buccia di limone, la cannella, i chiodi di garofano, lo zucchero.

 Il giorno dopo ponete il recipiente sul fuoco e a fiamma dolce cuocete per 30 minuti. Versate la frutta in un colapasta e lasciatela sgocciolare almeno 2 ore raccogliendo il succo in un pentolino.

Preparate la pasta frolla: impastate la farina con il burro ammorbidito, lo zucchero, l’uovo e il rum fino a ottenere un impasto omogeneo. Tirate a disco un po’ più di metà pasta e foderate con questo uno stampo a bordi alti imburrato e infarinato, riempitelo con la frutta preparata, ricoprite con un disco della restante pasta sigillando bene i bordi.

Cuocete in forno caldo a 180° per circa 60 minuti, sformate la charlotte sul piatto da portata e spolverizzate il tutto con lo zucchero a velo. Servite a parte il sugo di cottura fatto addensare leggermente.

 
 


 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sabato 30 agosto 2014

Cheesecake al cocco light




CHEESE CAKE AL COCCO light
(  preparato da mia sorella )

 

Questa è una ricetta presa da un vecchio giornale “ La buona tavola di Bella” del 1996.

E’ una ricetta facile, fresca e a basse calorie.

Ingredienti:

250 gr di biscotti secchi, (io ho usato le gocciole o i digestive; con le gocciole l’ho preferita), 100 gr di zucchero semolato, 250 gr di ricotta, 300 ml di latte magro, 2 tuorli, 15 gr di colla di pesce in fogli, un cucchiaino di cannella in polvere, 100 gr di polpa di cocco essiccata grattugiata.

Preparazione.

Portare a bollore il latte, poi unirvi 75 gr di cocco, lasciare riposare 30’ a fuoco spento. In acqua fredda lasciare ammorbidire la colla di pesce per 5’. Mixare i biscotti con il burro ammorbidito. Foderare una teglia a cerchio apribile con carta da forno, versare il composto, livellare bene e mettere in frigorifero a rassodare. In una zuppiera sbattere i tuorli con lo zucchero finchè risulteranno gonfi e spumosi, unire la ricotta e mescolare bene. In un colino foderato con la garza, filtrare il latte col cocco, spremere bene in modo da far uscire tutto il liquido. Unire il ricavato alla crema di ricotta e uova, profumare con la cannella e completare con la colla di pesce, sciolta a fuoco dolce in 2 cucchiai di acqua. Versare il composto ottenuto nello stampo a cerniera, livellare bene, spolverare la superficie con il cocco rimasto e riporre in frigorifero a rassodare per circa 3 o 4 ore.

Un consiglio goloso;  servire con frutta fresca tipo albicocche o pesche, o quella che si preferisce.

venerdì 29 agosto 2014

Torta al cacao e yogurt




TORTA AL CACAO E YOGURT  

Tempo di preparazione : 50 minuti

Ingredienti per 8 persone :

200 g. di farina

2 cucchiai di cacao amaro (consiglio di abbondare)

120 g. di yogurt intero

120 g. di zucchero

6 cucchiai di olio d’oliva extravergine

3 uova

1 bustina di lievito in polvere

1 bicchierino di Rum

La buccia grattugiata di 1 limone

1 cucchiaio di zucchero a velo per  la decorazione

 

Per la tortiera :

20 g. di burro

20 g. di farina

 

Preparazione :

Imburrare e infarinare una tortiera .

In una terrina lavorare le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto ben amalgamato; aggiungere lo yogurt, l’olio d’oliva, la buccia di limone grattugiata e unirvi poco alla volta la farina setacciata insieme con il cacao e il lievito in polvere; mischiare gli ingredienti e aggiungervi il rum. (Io non l’avevo ed ho messo mezzo bicchierino di Grand Marnier).

Versare il composto nella tortiera imburrata e infarinata e cuocere la torta in forno  preriscaldato a 180°C per 40 minuti circa.

A cottura ultimata, togliere la torta dal forno, sformarla e farla raffreddare.

Spolverizzare la superficie con lo zucchero a velo.
Ecco le fasi della semplicissima preparazione :

 


 
 
 
 
 

 

sabato 23 agosto 2014

Tempo da pizzoccheri ......




Questo mese di Agosto  2014 , in Brianza, non può essere considerato estate:  nuvoloni, vento e pioggia, ci fanno sentire quasi già in autunno.
Quando sono andata al supermercato a fare un po' di spesa ...mi è corso l'occhio sulle scatole di pizzoccheri, così ho acquistato anche due mazzetti di coste, le patate e il formaggio Casera DOP e a casa mi sono messa a cucinare con la pasta secca, senza stare a preparare quella fresca con la farina di grano saraceno.
E mentre sono in cucina,  suona il citofono...."Nonna sono io " , una visita di mia nipote con mio figlio. Li invito a restare a pranzo, so che sono amanti dei pizzoccheri, ma non posso competere con quelli che mangiano a Madesimo quando vanno a sciare. Quelli sono speciali !!!
Una telefonata a mamma e decidono di restare a pranzo.

 Che bello, allora faccio tutta la scatola di pasta da 500 gr.
In men che non si dica  i pizzoccheri sono fumanti nel piatto, sono ottimi, senza farli navigare nel burro fuso e salvia. Fanno anche il bis e... tutti finiti !!!!
Naturalmente, prima dei pizzoccheri  un antipastino con  due fettine di Bresaola della Valtellina sono molto gradite.



La ricetta  :
PIZZOCCHERI DELLA VALTELLINA

Ingredienti  per 4 persone :

 una scatola di Pizzoccheri da 500 gr.

4 patate medie

2 ciuffi di coste

 100 gr. di burro (ne andrebbero 200)

Salvia q.b.

 1 spicchio d’aglio

Una cipolla piccola

Sale q.b.

200 gr. di Casera Valtellina DOP

100 gr.  Formaggio Grana Padano grattugiato (anche meno…)

Mettete abbondante acqua in una pentola, circa 5 litri.

Portate l’acqua in ebollizione salandola. Aggiungete le

 patate pelate fatte a pezzetti e cuocetele per 5 minuti;

 unite le coste  tagliate a pezzi e lasciate cuocere

 il tutto per altri 10 minuti.

 A questo punto aggiungete i pizzoccheri e fate cuocere

 per 15-18 minuti.

 Nel frattempo preparate un soffritto con il burro, la salvia,

 lo spicchio d’aglio e la cipolla tagliata finemente.

 Con una schiumarola levate una parte dei pizzoccheri e

 disponeteli in una pirofila aggiungendo una manciata di

 formaggio grana e del formaggio Casera tagliato sottile.

 Continuate finchè non avrete più pizzoccheri nella pentola.

 Infine versate sopra il soffritto di burro con gli aromi, che avete

 preparato precedentemente, ben rosolato fino a quando sarà

 quasi scomparsa la schiuma prodotta.



 

martedì 19 agosto 2014

Girelle di pizza al prosciutto, tonno e olive


Queste girelle, preparate da Luciana , fanno parte di una serie di antipasti preparati per un pranzo all'aperto in campagna da amici.

Quest'estate in Brianza sono stati pochi i giorni senza pioggia, in cui poter organizzare una grigliata , ma giovedì 7 agosto , finalmente ce l'abbiamo fatta ed abbiamo passato parecchie ore in mezzo al verde della natura.

tra piante di fichi

  di pere  e di mele


e abbiamo raccolto le meline mature,


mentre gli uomini pensavano al fuoco

e alla griglia ....


A questo punto non ho fotografato più, perché quando ci siamo messi a tavola, c'era di tutto e di più....
Ora voglio darvi la ricetta delle girelle di Luciana., che ha preparato la pasta e l'ha lasciata lievitare tutta la notte.



GIRELLE DI PIZZA AL PROSCIUTTO, TONNO E OLIVE

 
Ingredienti:

per circa 20 girelle


Per l'impasto lievitato:

500 g di farina tipo 00

13 g di lievito di birra fresco

1/2 cucchiaio di sale

acqua tiepida q.b.

Per farcire::

olive verdi con il peperoncino all'interno

200 g di prosciutto cotto

1 scatola grande di tonno  (160 gr.)


Le girelle di pizza sono delle pizzette di pasta lievitata farcite con un ripieno di prosciutto, tonno e olive. Perfette per un buffet, un aperitivo,  un  pranzo  fra amici o per un picnic all'aria aperta, queste girelle sono soffici e gustose e si possono farcire con tanti ingredienti diversi.

Procedimento

Preparate la pasta per la pizza ponendo la farina in una ciotola capiente. Aggiungete il sale e il lievito sciolto in poca acqua tiepida e cominciate a impastare. Aggiungete tanta acqua quanta ne serve a rendere l'impasto morbido ed elastico. Formate un panetto e lasciatelo lievitare in una ciotola infarinata e coperta da un canovaccio pulito fino al raddoppio del volume (circa un'ora e mezza), ma Luciana l’ha lasciato tutta la notte.

Preparate  il ripieno tagliando il prosciutto cotto a pezzetti, le olive  tagliate a fettine e il tonno sbriciolato . Mescolare il tutto, in modo da farcire uniformemente  la pasta.

Dato che il tonno  e le olive sono già molto saporiti  non è necessario salare.

Stendete la pasta in un rettangolo non troppo sottile, formate uno  strato con il  ripieno preparato, lasciando circa 3 o 4 cm di vuoto su ogni lato.

 Arrotolate la pasta dal lato più lungo per formare il rotolo, sigillatelo bene alle estremità e sul punto di giuntura. Tagliate con un coltello delle girelle larghe circa 2  cm e sistematele su una teglia rivestita di carta da forno, tenendole bene con le mani facendo attenzione che non esca il ripieno.

Cuocete le girelle di pizza  in forno già caldo a 250° per circa 15 minuti.


lunedì 18 agosto 2014

Ciambella alle mele di luglio

 
 
 
 
 


Un pomeriggio di metà luglio , nel giardino di un'amica, ho colto le meline, un po' rovinate dalle abbondanti piogge .   Sono piccole mele, non troppo dolci ma succose, buone !!!
Ed ho preparato una  ciambella alle mele....






La ricetta è  sempre la stessa, semplicissima.
Ho sbucciato le mele , le ho bagnate con poco limone per mantenerle bianche.

Ecco gli ingredienti :

500 gr. di mele già sbucciate e senza torsolo

200 g. di farina
2 uova
150 zucchero
la scorza grattugiata di mezzo limone
40 g. di burro
6 cucchiai di latte
 
 
Pronta da infornare
 


e dopo 40 minuti...... ecco !!!


Questa torta si serve tiepida, ma è buona anche consumata dopo qualche giorno.