sabato 16 dicembre 2017

Fagianella alla milanese




Fagianella alla milanese





Tempo di preparazione : 1  ora
Tempo di riposo : quattro ore
Tempo di cottura : 1 ora e 20 minuti 

Ingredienti : per 4-6 persone

una fagianella di circa  un chilo
50 g. di mascarpone
Un tartufo bianco affettato sottilmente
Un decilitro e mezzo di panna
40 grammi di burro
100 grammi di prosciutto crudo
Mezzo bicchierino di brandy
Pepe macinato di fresco
Sale

Pulite la fagianella, fiammeggiatela, lavatela e asciugatela bene.
Riempite la cavità con un composto di tartufo, mascarpone, un decilitro di panna, sale e pepe. Aggiungete una  fettina di prosciutto crudo e ricucite  perché non esca il ripieno durante la cottura.
Fasciatela con il restante prosciutto, legatela accuratamente con un filo e lasciatela così preparata in luogo fresco o in frigorifero per almeno quattro ore, in modo che assuma bene il sapore del tartufo.
Ponete quindi in una casseruola con il burro , in coperchiate e fate cuocere per un’ora e  venti minuti a fuoco basso, rigirando ogni tanto.
Per ottenere un buon risultato  la cottura dovrà essere lenta e a casseruola coperta.
Aggiungete poco per volta durante la cottura la panna rimasta.
Quando la fagianella sarà cotta togliete il prosciutto. Alzate la fiamma , lasciate rosolare per pochi minuti , quindi spruzzate il brandy. Coprite e spegnete  il fuoco lasciando ancora così per cinque minuti.
Tagliate la fagianella a pezzi e portatela caldissima in tavola ricoperta con il suo sugo.





4 commenti:

  1. Un piatto niente male, strapperei un pezzettino nonostante l'ora tarda !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo fagiano l'ho preparato per lo scorso Natale, ma mi ero dimenticata di scrivere la ricetta sul blog. Io sono grande appassionata di fagiano. Lo preparavo spesso perchè mi regalavano il fagiano alcuni amici che andavano a caccia. Non ti dico che impresa per spennarlo con piume che volavano in tutta la cucina.... ma alla fine una grande bontà ! Grazie, Andreea Manoliu approfitto per inviare a te e famiglia i miei fervidi Auguri di liete feste Natalizie. Virginia

      Elimina
    2. Hi,hi,hi, immagino il momento nel spennare il fagiano, io sono cresciuta in campagna e mia mamma teneva oche e papere e nel spennare era un impresa. A volte anche le galline non erano di meno, ma alla fine nel mangiarle era soddisfazione. Non ho mai avuto l'occasione di mangiare il fagiano ma immagino sia molto buono. Grazie per gli auguri !

      Elimina
  2. Da quanto tempo non mangia un fagiano e ancora di più una fagionella mi hai fatto tornare indietro nel tempo e con la voglia di gustarla ancora

    RispondiElimina