martedì 26 giugno 2012

Crespelle alle verdure



CRESPELLE ALLE VERDURE


Un piatto delicato e saporito al tempo stesso.

Ingredienti  per due persone :


6 crespelle ( preparate in anticipo)
Besciamella q.b.
una zucchina,
una carota
due o tre pomodorini
mezzo peperone
un pezzettino di cipolla
uno spicchio d'aglio (facoltativo)
olio extra vergine d'oliva.
sale

Mondate e lavate le verdure. Tagliate le zucchine e le carote a metà per il lungo e poi a tocchetti.Private i pomodori e i peperoni  dei semi e tagliateli a dadini.
In un tegame antiaderente scaldate tre cucchiai d'olio, l'aglio e la cipolla tritati.Fate appassire il tutto, quindi aggiungete le verdure. Lasciate rosolare a fiamma alta, rigirando con un cucchiaio di legno.
Quando si saranno leggermente insaporite, unite i dadini di pomodoro , salate e lasciate cuocere
per circa 15 minuti bagnando con del brodo vegetale di tanto in tanto. in modo che non si asciughi troppo. Devono restare al dente.
In una cocottina imburrata adagiare una crespella  con un poco di besciamella e versare un poco di verdurine. Ripiegare la crespella e preparare le altre due nello stesso modo. Ancora un filo di besciamella e mettere in forno a colorire per una decina di minuti.
Servire subito.






lunedì 18 giugno 2012

Clafoutis alle albicocche, pesche e ciliege


CLAFOUTIS

Il Clafoutis è un dolce tipico francese che ha origine nel Limousin.
La ricetta originale è con le ciliege , ma lo si può preparare con altra frutta, e in questo caso il vero nome francese è Flognarde.

Ingredienti per 4 persone :

5 albicocche e tre pesche e una decina di ciliege
8o g. di farina
50 g. di zucchero di canna
2 uova
una bustina di vaniglina
150 di latte
una noce di burro
un pizzico di sale
scorzetta di limone.

Denocciolare e affettare la frutta.
Imburrare una tortiera e adagiarvi la frutta
Preparare la crema : sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la farina, la vaniglina, il pizzico di sale, la scorzetta di limone e il latte in cui avremo sciolto la noce di burro.
Versare la crema sopra la frutta e mettere in forno a 190° per 25 minuti circa.
Lasciare raffreddare e servire come dessert.


La Pizza di Mariangela



Sabato, con mio marito, sono andata a trovare i nostri amici  del Lago Maggiore.

In questi giorni il caldo in città comincia a farsi sentire  ed è stato bello trovarsi seduta sotto una grossa pianta di cachi a conversare  circondata dal verde della natura.







La mia amica Mariangela è bravissima in cucina e prima o poi l’argomento  cade anche sulle ricette….
Le ho parlato del mio “clafoutis aux cerises” che ho preparato pochi giorni fa, dicendole che ero rimasta veramente soddisfatta. E …. in pochi secondi  ci siamo ritrovate attorno al tavolo di cucina con pesche, albicocche e ciliegie e mi ha detto : “ prepara il dessert che mangeremo poi col gelato, io invece preparo la pizza”.
E alle 19.30 ….tutto pronto per la cenetta improvvisata  …….
la pizza....



 e il mio Clafoutis alle albicocche, pesche e ciliege ......



 la ricetta nel post a parte : Clafoutis


La PIZZA di  Mariangela

Ingredienti per 4 persone :

400 g. di pasta per pizza (preparata dal  panettiere)

150 g. di prosciutto cotto

 Una mozzarella

 una melanzana ( tagliata a fette ,  grigliate e poi marinate in olio e foglie di basilico)

un vasetto di succo di pomodoro casalingo, con basilico

un vasetto di olive verdi

olio extra vergine d’oliva q.b.

un pizzico di sale

origano (facoltativo)



Stendere bene la pasta in una teglia rettangolare.

Prendere le fette di melanzane marinate nell’olio e stenderle su tutta la superficie.

Adagiare sopra le melanzane le fette di prosciutto cotto .

Ora spezzettare la mozzarella e disporla in modo sparso.

Versare a cucchiaiate il pomodoro.

Per ultimo le olive verdi  e poi l’origano, ma  questa volta  chiacchierando  ci siamo dimenticate

 di aggiungerlo.

Mettere in forno già caldo a 220° circa per una ventina di minuti.



Veramente ottima !!!!


venerdì 15 giugno 2012

Spiedini di carne


SPIEDINI di CARNE



Ingredienti per 4 persone:

200 g. di fesa di vitello
200 g. di polpa di manzo
200 g. di carne di maiale
200 g. di pancetta
vino bianco secco : mezzo bicchiere
un rametto di salvia
olio e burro q.b.
sale e pepe

Tagliare la carne a dadini di un certo spessore.
Preparare gli spiedini alternando i vari tipi di carne con pancetta e foglie di salvia.
In un largo tegame fare fondere un poco di burro con due cucchiai di olio. Adagiatevi gli spiedini e fateli colorire da ogni parte.Spruzzateli con il vino bianco, lasciate sfumare e bagnateli con un poco di brodo caldo. Lasciate cuocere per una mezz'ora circa salandoli e girando di tanto in tanto.

Servire con il loro sugo.

giovedì 14 giugno 2012

Clafoutis alle ciliege



CLAFOUTIS  ALLE CILIEGE

Dolce di origine francese, che si può preparare con qualsiasi tipo di frutta ( pesche, albicocche, pere, mele, fragole, kiwi, uva)  ovviamente quello alle ciliegie è quello della  tradizione , il più conosciuto al mondo.

Una preparazione semplice, veloce con un risultato fantastico !!!!
Per 4 persone:
Ingredienti:
300 gr di ciliege (denocciolate)
 40 gr di zucchero
 40 gr di farina 00

un pizzico di sale
 burro da spalmare sulla teglia

 200 gr di panna fresca

 2 uova

 1 bustina piccola di vanillina (in mancanza della stecca di vaniglia)


Preparazione:

Cominciare ad accendere il forno  a 190°.

 In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero, poi aggiungere la panna e poca alla volta la farina, un pizzico di sale e la vanillina, sempre mescolando per non creare grumi.

 Imburrare una teglia

 Adagiare metà delle ciliege nella teglia

Versare sopra tutta la crema , poi le altre ciliege in ordine sparso.

Infornare a 190° per una ventina di minuti.

 Lasciare raffreddare un poco e servire tiepido o freddo

 Un dessert veramente delizioso.






le ciliege denocciolate
poi adagiate sul fondo della tortiera imburrata
preparazione della crema

il clafoutis  è pronto da infornare....  e dopo 20 minuti....   ecco qua  !!!


mercoledì 6 giugno 2012

Riso Venere con curry di pollo



RISO NERO “VENERE”

Il riso “Venere” è un riso integrale dall’inconfondibile colore nero naturale che durante la cottura sprigiona un caratteristico aroma di pane appena cotto.

Originario della Cina, attualmente viene coltivato anche in Italia, nella Pianura Padana .
Noto come il riso proibito dell’Imperatore perché si dice che, per le sue proprietà nutrizionali  ed  afrodisiache , fosse infatti consumato solo dall’Imperatore.
Il riso “Venere” presenta un alto contenuto di Sali minerali, Magnesio, Fosforo e Selenio, che svolgono un’azione utile per il benessere del nostro organismo.
 Il riso nero Venere si utilizza per la preparazione di piatti prelibati ed è adatto oltre che per la preparazione di risotti ed insalate di riso anche nei secondi piatti (specialmente a base di pesce, ma anche con carni delicate o verdure), nei dolci (torte, budini e biscotti) e come ingrediente in molti altri preparati come il pane, la polenta, le crespelle e gli involtini. Nei piatti è decorativo oltre che gustoso ed è da utilizzare in piena libertà, con fantasia. Il riso nero Venere solletica il palato, l’olfatto, il gusto e la vista.

 Il riso nero Venere è un riso integrale e richiede 40/45 minuti per la cottura, mentre il tipo parboiled è pronto in 20 minuti.


Ed ora la mia ricetta  (con riso nero parboiled):




RISO NERO VENERE CON BOCCONCINI DI POLLO AL CURRY



Far cuocere il riso in tanta acqua salata, per circa 18/20 minuti e scolarlo.
 In un tegame versare un filo d’olio e una nocciola di burro

 e far soffriggere un po’  di pancetta tagliata a dadini , poi
versarvi il riso e farlo insaporire bene  per pochi minuti.

Servire in accompagnamento con i bocconcini di pollo al curry.


BOCCONCINI DI POLLO AL CURRY



Ingredienti per 4 persone:



petto di pollo tagliato a pezzetti, circa 1 kg

1 cipolla media

1/2 litro di brodo vegetale

3 cucchiai circa di farina

1/2 litro abbondante di latte (o panna fresca)

una noce di burro

un giro di olio

curry q.b.

Mettere il burro e l'olio in una padella abbastanza capiente, quando sono caldi aggiungere il pollo e farlo rosolare bene.

Nel frattempo, tritare finemente la cipolla e, a parte, scaldare il brodo.

Quando il pollo è rosolato da tutte le parti, aggiungervi la cipolla e, dopo un attimo, un cucchiaino abbondante  di curry.

Far cuocere il pollo a fiamma viva per un'ora, aggiungendo il brodo quando il fondo di cottura si asciuga.

Quando il pollo è cotto, trasferirlo in una pirofila lasciando il fondo di cottura nella padella.

Aggiungere al fondo di cottura 2-3 cucchiai di farina, in modo che si addensi (io aggiungo anche un po' di brodo, in modo che incorpori più farina e quindi la salsa che si ottiene sia più abbondante...), quindi aggiungere mezzo litro circa di latte tiepido-caldo a filo, far addensare un po' la salsa.

Trasferire anche la salsa nella pirofila.

Passare quindi il pollo in forno già caldo (180°/200° C) per una quindicina di minuti.

Servire con il riso venere bollito  e insaporito  come indicato più sopra.

Il pollo al curry è consigliato anche con riso pilaf.