mercoledì 25 gennaio 2012

Puré di patate con salamini

 
A qualcuno sembrerà ridicolo un post che spiega come fare il puré
 di patate, eppure, credetemi, c'è chi non lo sa fare.......
ci sono persone...che preferiscono usare buste di patate liofilizzate.

Preparare il puré (o la purea) di patate è la cosa più semplice .


PURE’ DI PATATE  CON  SALAMINI VERZINI (o COTECHINO)

Per 4 persone:

Fate lessare in acqua fredda salata 1 kg. di patate con la buccia,

poi sbucciatele e passatele allo schiacciapatate.

Aggiungetevi 80 gr. di burro e sempre mescolando unite il latte

 necessario, circa 1 bicchiere, sale a piacere, noce moscata.

Quando avrete una spuma soffice e consistente mettete sul fuoco

moderato e continuamente rimestando lasciate amalgamare bene.

Servite subito con  salamini verzini o con cotechino che avrete fatto cuocere a parte.



sabato 21 gennaio 2012

La mia caponatina di verdure miste in agro dolce





Avrei voluto fare la Caponata secondo la ricetta originale siciliana, quando mi sono accorta che in frigorifero avevo solo una grossa melanzana..., ma avevo zucchine, peperoni, pomodorini, sedano, olive...e allora ho deciso di farla ugualmente..., non me ne vogliano i Siciliani se ho modificato la ricetta a modo mio..., quasi una ratatouille.... ma vi assicuro che il risultato è stato veramente ottimo.



Ingredienti  per 6 persone:

1 grossa melanzana lunga

2 zucchine

1 cipolla

1 peperone rosso
1 peperone giallo/verde

2 coste di sedano

350 gr. di pomodorini Pachino
un cucchiaio di concentrato di pomodori

1 cucchiaio di pinoli

Olive verdi e nere in salamoia

Capperi sotto sale

1 cucchiaio di zucchero

½ bicchiere di aceto di mele

Olio extra vergine d’oliva . 2-3 cucchiai

Sale

Pepe

Lavate le melanzane , privatele del gambo e tagliatele a tocchetti senza sbucciarle. Mettetele in un colapasta e  spolveratele abbondantemente di sale , quindi mettetevi sopra un piatto con un peso e lasciatele spurgare  per circa un'ora.
 Lavate le coste di sedano , mondatele dei filamenti e tagliatele a tocchetti di circa un cm. Tuffate i pomodorini in acqua bollente , quindi passateli in acqua fredda, pelateli , privateli dei semi e spezzettateli. Snocciolate le olive  e dividetele in due.
Scaldate l'olio in una larga padella e fate dorare la cipolla.Unite i pomodori e il concentrato e lasciate cuocere, a fuoco medio e senza coperchio , per una decina di minuti. Insaporire con sale (poco) e pepe, quindi unite il sedano, le olive, i pinoli, e i capperi ben sciacquati.
Sciogliete lo zucchero nell'aceto e versatelo nel sugo , mescolando bene. Lasciate cuocere a fuoco dolce per una decina di minuti in modo che si amalgamino i sapori  e la salsa risulti piuttosto densa e ben legata.
Sciacquate le melanzane , asciugatele premendole dentro un panno,  tagliate a grossi dischetti le zucchine e i peperoni a grosse falde. 
A questo punto , anzichè friggere le melanzane, secondo la ricetta  originale, io ho messo qualche cucchiaio di olio in una grande padella con un poco di cipolla e ho fatto insaporire prima le melanzane, poi ho aggiunto le zucchine, e dopo qualche minuto ho aggiunto i peperoni e lasciato cuocere una ventina di minuti, aggiungendo sale , pepe e qualche cucchiaio di acqua calda. Una volta pronte, ho unito le tre verdure alla salsa, mescolato bene e lasciato stufare dolcemente per altri cinque minuti .
Di solito la caponata si gusta fredda, a temperatura ambiente, cosparsa di basilico spezzettato. (Purtroppo io non ne avevo).
A me è piaciuta moltissimo,  sono riuscita a dosare bene lo zucchero e l'aceto . Inoltre è stata molto leggera, non avendo fritto le melanzane.
Conservata in frigorifero in un contenitore ermetico dura due o tre giorni guadagnando addirittura in sapore.









venerdì 20 gennaio 2012

Risotto giallo con fegatini di pollo



RISOTTO GIALLO CON FEGATINI DI POLLO


Ingredienti e dosi per 10 persone

 850 gr di riso Carnaroli

 150gr di burro

 una cipolla

 2.5 litri di brodo do carne

1 o 2 bustine di zafferano

 3 dl di vino rosso (Barbera)

 100 gr di formaggio grattugiato


In una casseruola sciogliete metà del burro, unire la cipolla affettata  sottile,

 farla appassire  senza lasciarla colorire.

Aggiungere il riso e lasciarlo tostare per due minuti, mescolando.

Bagnare con il vino e lasciare evaporare.

Bagnare gradatamente con brodo e mescolare spesso.

A  pochi minuti dal termine della cottura,  aggiungere lo zafferano sciolto in un goccio di brodo. Mescolare bene. Lasciar cuocere ancora pochi minuti.

 Mantecare col resto del  burro e il parmigiano.

Nel frattempo , a parte avremo preparato i fegatini di pollo, tagliati a pezzi e fatti rosolare in  abbondante burro e foglie di alloro o salvia,, spruzzati con un poco di Marsala, facendo cuocere una decina di minuti. ( 600 gr. di fegatini- 100 gr. di burro e due foglioline di alloro o salvia).

Servire il risotto con i fegatini e…

 BUON APPETITO !!!

mercoledì 18 gennaio 2012

Pollo alla cacciatora con polenta bianca del Trentino

Questo è un piatto che ho preparato a fine novembre.
 In occasione del Mercatino di Natale "Christkindlmarkt"
 arrivato nella mia città dal Trentino , per far conoscere
 e far apprezzare le loro specialità eno-gastronomiche,
 ho acquistato la Polenta bianca.
 Non l'avevo mai assaggiata e naturalmente mi è piaciuta,
col suo sapore delicato, accompagnata dal mio pollo alla
cacciatora saporito. Un vero piatto autunnale !!!



Nel mio paiolo di rame ho preparato la polenta....
(a cottura rapida) seguendo le  indicazioni  che si trovano
 sulla confezione.
Comunque questo è il metodo:  per 500 g. di farina
Mettere a bollire 2 lt. di acqua e aggiungere sale quanto basta.
Al momento dell’ebollizione versare la farina lentamente a pioggia
 e cuocere per almeno 8/10 minuti avendo cura di rimestare bene.
 Si può anche farla cuocere più a lungo aumentando la quantità d’acqua.
 Si consiglia di aggiungere a fine cottura 25 g. di burro.






POLLO ALLA CACCIATORA
Ingredienti per 4 persone:
·         1 pollo di 1 kg.
·         Burro gr. 80

·         Olio 2 cucchiai
·         Vino bianco secco 1 bicchiere
·         Pomodori gr. 300
·         Carota, sedano e cipolla
·         1spicchio di aglio
·         Alloro

·         Funghi secchi ammollati
·         Pepe e sale.
Preparate il pollo svuotato , passato alla fiamma, lavato e asciugato.
Mettete in una casseruola carota, sedano, cipolla, aglio tritati, l’alloro, l’olio e il burro. Aggiungete il pollo tagliato a pezzi , il pepe e il sale e fate rosolare a fuoco vivo. Unitevi il vino bianco, e quando sarà evaporato , aggiungete i funghi a fettine, i pomodori pelati, privati dei semi, qualche cucchiaio di brodo o acqua calda.
Occorrono 1 ora abbondante per la cottura.
Servire caldo accompagnando con polenta fumante.



martedì 17 gennaio 2012

Risotto ai funghi porcini



RISOTTO AI FUNGHI PORCINI

Ingredienti per 4 persone :

320 g. di riso Carnaroli del Pavese

70 g. di burro

50 g. cipolla tritata

1 bicchiere di vino bianco secco

1 lt. di brodo di carne

60 g. di parmigiano reggiano

300 g. di funghi porcini

Prezzemolo tritato.


Imbiondire in un poco di burro la cipolla tritata,

unire il riso e  i  funghi  porcini, puliti e tagliati a fettine,

far rosolare, quindi bagnare col vino bianco.

Terminare la cottura aggiungendo un poco per volta il brodo di

 carne.  Quando il risotto è al dente, togliere dal fuoco e mantecare

con burro , parmigiano-reggiano e da ultimo una spolverata di prezzemolo.

Servire subito.


domenica 15 gennaio 2012

Buon Compleanno !!!!


Oggi è il mio Compleanno...
 la torta l'ho fatta fare....  meritato riposo !!!!

Pranzo con tutta la famiglia al ristorante BACARA' a  Canonica , Triuggio.

e... il brindisi con Cuvée Prestige Franciacorta....

Una giornata quasi primaverile ... !!!


I fiori che ho ricevuto .....




BUON COMPLEANNO  VIRGINIA  !!!

Una data importante


BUON COMPLEANNO VIRGINIA !!!








giovedì 12 gennaio 2012

I "mondeghili" o polpette alla milanese


        I MONDEGHILI       

  (POLPETTE DI CARNE ALLA MILANESE)


 E’ proprio la ricetta milanese  e brianzola, della tradizione,

 praticamente la ricetta della mia mamma e ora la mia,

quando preparo i mondeghili  per fare felici i nipoti.



 Ingredienti:

 400g di carne lessata  avanzata,

100g di mortadella al pistacchio,

1 patata,

1 uovo,

 60g di formaggio grana,

1/2 bicchiere  di latte,

un mazzetto di prezzemolo fresco,

 sale, pepe e noce moscata q.b.,

100g  di pangrattato                        

 Per la cottura: 120g di burro chiarificato (questa è una novità,

che una volta non era di moda !!!)

                                  

 Tagliare il pane raffermo grossolanamente, 

  metterlo in una ciotola e bagnarlo  con il latte.

 Lessare una patata con la pelle. Con un robot da cucina  

 tritare il lesso, aggiungere la mortadella  e versare il

composto in una  ciotola capiente. 



 Aggiungere il pane sminuzzato strizzato, l'uovo,

 il prezzemolo tritato, la patata  schiacciata e il grana

 grattugiato.   

 Regolare di sale, pepe e noce moscata;

 mescolare l'impasto e suddividerlo in 

 tante piccole polpette ovali. Passare 

 le polpette nel pangrattato e nel frattempo

 scaldare il burro in una padella;

 quando sarà caldo immergervi le polpette

 e cuocerle per qualche minuto da entrambi

 i lati. Prima di servire, scolare l’unto  in eccesso

 su un foglio di  carta assorbente.

martedì 10 gennaio 2012

Risottino cremoso allo spumante con finocchi e fontina



E dopo giorni di pranzi natalizi... ecco  un risottino delicato ai finocchi.



Risotto cremoso allo spumante, con finocchi e fontina


Ingredienti per 4 persone :

300 g. di riso Carnaroli

 60 gr. di Burro

Cipolla tritata 30 g.

Spumante 2 dl.

1 lt. di brodo

Sale e pepe

Finocchio

Fontina  Valdostana D.O.P.



Far rosolare il riso in 30 gr. di burro e la cipolla,

aggiungere lo spumante e lasciare evaporare.

Aggiungere i finocchi tagliati a julienne , fare insaporire

e bagnare con il brodo bollente. Mescolare e portare a cottura.

Togliere  dal fuoco, aggiungere il rimanente burro, un poco di

Fontina tagliata a dadini  e fare mantecare bene.

Servire subito decorando a piacere con fettine di fontina.













lunedì 9 gennaio 2012

Faraona al vino bianco con patate



Faraona al vino bianco con patate

Ingredienti  . per  4  persone :

una faraona (circa  1.300 gr.)

80 gr. burro

mezza cipolla

1 cucchiaio di farina

mezzo bicchiere di vino bianco secco

sale

3 o 4 patate tagliate a pezzettoni.


Fate rosolare la cipolla tritata finemente nel burro.
Pulite, passate alla fiamma e lavate bene la faraona.
Tagliatela a pezzi e asciugatela bene, infarinatela e
mettetela nel soffritto.
Fatela rosolare, salatela e bagnatela con del vino bianco.
Quando sarà ben dorata , dopo circa mezz'ora potete
aggiungere le patate a pezzi e portare a cottura facendo
cuocere altri 30 minuti.
Portate in tavola col sugo di cottura ben caldo e servite.





domenica 8 gennaio 2012

Crostatina alla ricotta e amaretti

Oggi all'improvviso mi è venuto voglia di fare una torta per inaugurare la tortiera "brandani"che mi è stata regalata.



CROSTATA ALLA RICOTTA E AMARETTI


Per la pasta frolla :

200 g. di farina

80 g. di zucchero

100 g. di burro

un pizzico di sale

2 tuorli d’uovo

Scorzetta di un limone

Un cucchiaio di Marsala (o Amaretto di Saronno)


Per il ripieno :

200 g. di ricotta

200 g. di amaretti

un uovo intero

80 g. di zucchero


Setacciate la farina  e aggiungete un pizzico di sale.

Unire il burro ammorbidito, lo zucchero, i tuorli e il

liquore.

Impastate tutto molto delicatamente e appena il composto

è omogeneo, fate una palla e mettete a riposare.

Sbriciolate gli amaretti piuttosto finemente e lavorateli

con l’uovo, la ricotta e lo zucchero.

Tirate una sfoglia  e tenete a parte un poco di pasta per decorare;

 stendete la sfoglia sul  fondo di una tortiera imburrata e infarinata

 sulla quale verserete il ripieno e con la pasta restante formate alcune

 listerelle e ponetele  sopra il ripieno.
Fate cuocere in forno caldo per circa 40 minuti a 170 °.
badando che la superficie non prenda troppo colore.

Lasciate raffreddare, sformatela e servitela…….all'ora del the.

 



sabato 7 gennaio 2012

Crespelle alla valdostana


Chiedo scusa per le foto ,  ma si sa che in certi momenti
in cucina è quasi impossibile riuscire a fotografare....
L'importante è che queste crespelle sono state
 veramente squisite !!!






CRESPELLE ALLA VALDOSTANA





Questa è una ricetta del famoso Peck di Milano





Ingredienti per 6 persone :





200 g. di farina bianca


6 uova


mezzo litro di latte


1 bicchiere di panna liquida


4 cucchiai di olio d’oliva


sale.


un pizzico di noce moscata


2 dl circa di besciamella





Per il ripieno :





300 g. di Fontina Valdostana DOP


150 g. di prosciutto cotto in una sola fetta


una noce di burro





Esecuzione :





In una terrina, mescolate la farina con il latte e la panna


 fino ad ottenere  una crema liquida, quindi aggiungete


le uova e un cucchiaino di olio d’oliva. Battete amalgamando


bene. Se si formasse qualche grumo, passate il composto al


passino.


Fate scaldare a fuoco vivo una padella col fondo antiaderente,


ungete leggermente d’olio e preparate, una per volta, una


dozzina di crespelle sottili, versando in tegame il giusto


quantitativo di impasto.


Tagliate la fontina e la fetta di prosciutto cotto a dadini;


distribuite questi ingredienti sulle crespelle e arrotolatele.


Preparate a parte la besciamella, in base alla ricetta tradizionale.


Imburrate una pirofila rettangolare, sistematevi in fila le


crespelle farcite, copritele con la besciamella.


Mettete nel forno già a 180°C e fate cuocere per circa


20 minuti.


Quando la superficie sarà ben dorata, togliete dal forno


e servite.







venerdì 6 gennaio 2012

Epifania


Oggi, nel giorno dell'Epifania, in tante città c'è il Corteo dei Magi. Come sempre, anche nella mia città
il Corteo fantastico richiama tantissime persone ad assistere alla manifestazione che ricorda l'evento.
Ed anche nel mio Presepe sono arrivati i Magi....

I bambini invece aspettano la Befana....








E da domani.... si comincia a disfare i presepi.

Ecco il presepe che ho fotografato oggi a casa di mia sorella. Mi è molto caro perchè
la capannina e tanti altri pezzi fanno parte del vecchio presepe di casa nostra, e i ricordi mi
portano lontano quando eravamo tutti insieme... una bella famiglia di otto persone.....!!!