lunedì 20 giugno 2011

Polpette della nonna

 

POLPETTE DELLA NONNA  " I Mondeghili"

Per 4 persone :
400 g. di carne tritata (vitello o polpa di manzo)
1 manciata di mollica d pane inzuppata nel latte e ben strizzata
1 ciuffetto di foglie di prezzemolo tritato
Mezzo spicchio d’aglio
1 tuorlo d’uovo
Una manciata di parmigiano grattugiato
Sale , pepe e noce moscata
Pangrattato q.b.
Olio extra vergine d’oliva q.b.

Tritate finemente il prezzemolo e l’aglio.
In una terrina uniteli con la polpa di carne tritata, il tuorlo d’uovo,
la mollica, il parmigiano, il sale, il pepe e la noce moscata.
Amalgamate bene.
Con un cucchiaio formate le polpette che arrotonderete tra le mani
E via via , adagiatele sul pangrattato , rivoltatele e impanatele bene.
Scaldate l’olio in una padella antiaderente e quando è pronto gettatevi le polpette e lasciatele dorare da ambo le parti , 3-4 minuti per parte, a fuoco vivace, poi abbassate la fiamma e continuate la cottura per 7-10 minuti, per cuocere bene anche internamente.
Servite con contorno di insalata, o patatine fritte.


English version

 

 

MEATBALLS GRANNY "The mondeghili"

 

For 4 people:

 

400 g. minced meat (beef or lean beef)

1 handful of crumb of bread soaked in milk and squeezed

1 bunch of parsley leaves, chopped

Half a clove of garlic

1 egg yolk

A handful of grated Parmesan cheese

Salt, pepper and nutmeg

Breadcrumbs q.s.

Extra virgin olive oil q.s.

Finely chop the parsley and garlic.

In a bowl, mix them with the pulp of ground meat, egg yolk,

breadcrumbs, Parmesan, salt, pepper and nutmeg.

Mix well.

Formed meatballs with a spoon in his hands that arrotonderete

And gradually, lay them on the breadcrumbs, and rivoltatele impanatele well.

Heat the oil in a frying pan and when it is ready throw in the meatballs and let them brown on both sides, 3-4 minutes per side, over high heat, then reduce the heat and cook for 7-10 minutes, to cook well internally.

Serve with a green salad, or fries.


domenica 19 giugno 2011

Spaghetti e peperonata


Io adoro gli spaghetti e li preparo spesso con zucchine, melanzane o peperoni.
Oggi avevo un avanzo di peperonata e me li sono conditi come vedete.
Che buoni !!! Senza spaghetti morirei...!!!

lunedì 13 giugno 2011

Zucchine dorate al forno


Avevo delle zucchine e tanto ragù da utilizzare, allora
ho pensato una versione alternativa alle solite zucchine
ripiene.
Ho tagliato a metà le zucchine, le ho scavate leggermente
e poi fatte cuocere per cinque minuti in acqua bollente
salata. Le ho subito scolate, asciugate e riempite col
ragù di carne.
Ho adagiato un poco di besciamella sulla superficie, un po'
di parmigiano e poi messo la teglia in forno caldo sino
a completa doratura.

BUONE !!!

sabato 11 giugno 2011

Radiatori Garofalo al ragù


Tanto per cambiare ho voluto assaggiare un nuovo formato tra i tantissimi
di pasta Garofalo. Ottima riuscita, cottura perfetta.

Ho preparato un buon ragù e, come sempre, questo piatto mi è piaciuto molto.
Io vado pazza per la pasta, specialmente per gli spaghetti,
mentre mio marito preferisce la pasta grossa e ogni tanto bisogna accontentare....

RAGU’

Questo è un ragù semplice, semplice, tipico dell’Emilia-Romagna ,
il classico ragù per le tagliatelle.
Ingredienti per 4 persone :
200 g. di carne di manzo tritata
100 g. di carne di maiale tritata
50 g. di salsiccia
300 g. di polpa di pomodoro (io ho usato 1 lattina di pelati)
Cipolla, sedano, carota q.b.
Una foglia di alloro
Una noce di burro
Brodo di carne (o brodo vegetale)
Vino bianco : mezzo bicchiere
Sale e pepe.

Mondate e lavate la cipolla, la carota e il gambo di sedano, quindi tritateli finemente. Fateli appassire in una casseruola con la noce di burro e lasciate insaporire per qualche minuto, sempre mescolando.
Dopo aver sbriciolato la salsiccia ed eliminato la pellicina, versatela nelle verdure insieme alla carne tritata. Fate insaporire bene, mescolando, perché non si attacchi. Dopo una decina di minuti bagnate con il vino e fate evaporare bene prima di aggiungere la polpa di pomodoro. Salate, pepate e fate cuocere per circa due ore e mezza, mescolando di tanto in tanto ed aggiungendo poco alla volta il brodo.
A cottura ultimata, spegnere il fuoco ed il ragù è pronto per condire
le classiche tagliatelle o il tipo di pasta preferita.
BUON APPETITO!!!

sabato 4 giugno 2011

CARCIOFI al prezzemolo e cipolla



A me piacciono tanto i carciofi e li cucino spesso
in tutti i modi possibili. Ho però una grande nostalgia dei carciofi
che mi ha cucinato una volta mia nonna Virginia, quando avevo sedici anni
ed ero sua ospite a Parigi.
Ricordo che mi cucinò dei carciofi di dimensioni che allora in Italia
non avevo mai visto. Erano molto grossi e ripieni di cipolla affettata
sottilissima con tanto prezzemolo e forse aglio. Una vera delizia.
Ogni tanto io tento di ritrovare il sapore di quel momento , ma inutilmente.

Ed ecco il risultato dei miei carciofi, ottimi come sapore, ma quelli
di mia nonna alla greca erano altra cosa....
Io penso che dipenda molto anche dalla qualità ....(per giustificarmi !!!).

venerdì 3 giugno 2011

Risotto giallo con la luganega alla monzese


RISOTTO GIALLO

Ingredienti per 4 persone :

300 gr. di riso Carnaroli del Pavese,
80 gr. di burro,
mezzo bicchiere di vino rosso, (ho usato la Bonarda)
40 gr. di cipolla tritata,
1 lt. di brodo vegetale,
sale, pepe
Parmigiano Reggiano q.b.,
bustina di zafferano (oppure 5 gr. di stigmi di zafferano),
400 gr. di luganega di Monza

Far tostare il riso in 20 gr. di burro e la cipolla.
Bagnare poi col vino rosso e far evaporare.
Aggiungere poco alla volta il brodo e sempre mescolando
portare a cottura al dente.
Spegnere, far mantecare con altro burro e il parmigiano.

A parte con un po' di burro far rosolare la luganega
a grossi pezzi e poi servirla sopra il risotto con il suo
sughetto dorato.

Una bontà... anche perchè la salsiccia di Monza è bella magra,
morbida e saporita !!!!

mercoledì 1 giugno 2011

Quiche al radicchio trevigiano, taleggio e speck


QUICHE AL RADICCHIO TREVIGIANO, TALEGGIO E SPECK
Ingredienti :
1 pasta sfoglia pronta (o 1 brisée)
500 gr. Circa di radicchio trevigiano
1 cipolla da 40 gr. circa
100 gr. di taleggio
100 gr. di speck
Sale, pepe
Olio extra vergine d’oliva
3 uova
Una confezione di panna da 200 ml.
Parmigiano q.b.

Lavate bene il radicchio, tagliatelo a grossi pezzi e fatelo
Cuocere leggermente con un filo d’olio evo e la cipolla tritata fine.
Tagliate lo speck a striscioline e mescolatelo qualche minuto
con il radicchio , spegnete.
Tagliate il taleggio a dadini.
Con la sfoglia rivestite il fondo di una teglia , utilizzando la carta-forno.
Distribuitevi sopra il taleggio, poi il radicchio con lo speck.
Sbattete bene le uova con un pizzico di sale ed aggiungetevi la panna
E un poco di parmigiano. Se piace, aggiungete un pizzico di noce moscata.
Distribuite il composto sopra il radicchio, sistemate bene i bordi e
Mettete in forno già preriscaldato a 180/200° per30 minuti circa.
Buon Appetito!!!

By Virginia