lunedì 31 maggio 2010

Risi e bisi

RISI E BISI

Ricetta Regionale : Veneto

“Risi e bisi” nasce come minestra densa ,con il riso cotto
in un delicato brodo ricavato dai baccelli lessati.
Viene considerato anche risotto , da preparare all’onda.

Ingredienti per 4 persone :

800 g. di piselli
300 g. di riso
50 g. di pancetta magra o prosciutto crudo
cipolla,
prezzemolo,
40 g. di formaggio grattugiato,
olio, sale, pepe.

Sgusciate i piselli e tenete da parte.
Lavate i baccelli e fateli cuocere in un litro d’acqua
salata. Quando sono diventati morbidi passate tutto
al passaverdura: dovrete ottenere un composto alquanto
fluido.
Tritate mezza cipolla con la pancetta o il prosciutto crudo.
(io ho usato il prosciutto crudo).
In un tegame scaldate due cucchiai di olio, fatevi dorare
il trito di cipolla e pancetta, aggiungete il riso , mescolate
bene e bagnatelo con il brodo caldo dei baccelli. Dopo
cinque minuti unite i piselli, regolate di sale .
Portate a cottura il riso versando un mestolo di brodo alla
volta. Alla fine deve risultare molto morbido.
Servite con il formaggio grattugiato, insaporite con un
pizzico di pepe e prezzemolo tritato.

Vino d’accompagnamento suggerito : Soave bianco classico

Ricetta da “Il cucchiaio d’Argento”.





mercoledì 26 maggio 2010

Alette di pollo alla cacciatora

Alette di pollo alla cacciatora
Forse qualcuno non lo sa, ma una volta le alette di pollo si mangiavano spesso.
La settimana scorsa le ho viste al supermercato e, non ci crederete, il prezzo di quattro alette belle carnose ammontava a euro uno e cinquanta. Ho avuto subito l'idea di proporle cucinate
in modo appetitoso, e visto che era una giornata quasi autunnale, ho pensato di farle
alla cacciatora.



accompagnate da una polenta fumante.






POLLO ALLA CACCIATORA
per due persone :
4 alette di pollo
una cipolla
due carote
un gambo di sedano
una manciata di funghi secchi
uno spicchio d'aglio
due pomodori freschi
alloro, 2 bacche di ginepro
Olio extra vergine d'oliva: due cucchiai
20 gr. di burro
un bicchiere di vino bianco secco
sale, pepe
Preparare le alette passate alla fiamma, lavate e asciugate.
Mettete in una casseruola carota, sedano, cipolla, aglio tritati,
l'alloro, il ginepro, l'olio ed il burro.
Aggiungete il pollo tagliato a pezzi, il sale e il pepe e fate rosolare
a fuoco vivo.
Unitevi il vino bianco e, quando sarà evaporato, aggiungete
i funghi (che avrete messo ad ammorbidire in acqua tiepida a parte).
Fate insaporire bene poi aggiungete i pomodori pelati e privati dei semi.
Bagnate con qualche cucchiaio di brodo o acqua calda.
Lasciate cuocere lentamente per una quarantina di minuti .
LA POLENTA
Nel frattempo pensate anche alla polenta.
Io ho fatto una polenta del tipo precotto quindi in dieci, quindici minuti .
Generalmente si cuoce la polenta nel paiolo di rame, ma si possono
usare anche delle buone pentole pesanti, di altri metalli.
Dosi : per 1 kg. di farina bergamasca 3 litri di acqua , sale
Portare l'acqua salata ad ebollizione, versate a pioggia lentamente la
farina gialla di mais e con l'apposito bastone di legno mescolate
continuamente. Se cuocendo la polenta diventasse troppo dura
aggiungete un mestolo di acqua calda. Lasciate cuocere 3/4 d'ora
e servite fumante sul piatto di legno.
BUON APPETITO !!!





domenica 23 maggio 2010

Torta di mele

la torta di mele

Domenica scorsa, 16 maggio, LARA, la nipotina di mia sorella

ha fatto la sua Prima Comunione.

Grazie alla bellissima giornata di sole, malgrado il venticello,

abbiamo potuto passare il pomeriggio in giardino tra i fiori.

Eravamo in diciotto, quindi sono state preparate diverse torte casalinghe,

sia dolci che salate, oltre naturalmente a quella preparata dal pasticcere.

Ecco la ricetta della Torta di mele.
Si tratta della famosa ricetta di Alessandra Spisni.


TORTA DI MELE

Ingredienti:

500 gr. di mele
4 uova intere
150 gr. zucchero
150 gr. di burro
150 gr. farina
1 bustina di lievito
1 limone (succo e scorza grattugiata)
1 pizzico di sale

Preparazione:Unire lo zucchero e la scorza di limone alle uova e montarle il tutto fino a renderlo molto spumoso.
Sbucciare le mele, dividerle in quarti e poi a fettine, metterle in una ciotola con il succo di limone, avendo cura di bagnarle bene in modo che non diventino nere.
Fondere il burro a bagnomaria e unirlo alle mele mescolando bene ma senza romperle.
Setacciare la farina con il lievito e unire alle mele con il burro.
Da ultimo unire il composto di zucchero e uova montato mescolando piano dal basso verso l'alto in modo da non smontarlo troppo.
Ricoprire con la carta forno il fondo di una tortiera da 28 cm e imburrare e infarinare le pareti, versare il composto nella tortiera e infornare in forno caldo a 180° per mezz'ora, 35 minuti!

giovedì 20 maggio 2010

Primo Blog-compleanno

La TORTA PAESANA della Brianza










Ebbene sì !!! Oggi è un anno da quando , timidamente, mi sono messa a postare ricette e foto


sul mio blog "Ai Sapori..."



Ringrazio Serena che me lo ha ricordato.
A fare la nonna .... a volte ci si dimentica di qualcosa....



Il mio impegno, spinto dalla grande passione per la Cucina, mi ha portato fin qui ... ed oggi

ringrazio tutte le persone che ho avuto modo di conoscere. Persone molto gentili e sensibili, simpatiche e molto competenti .




Visto che oggi è il mio Primo BLOG-COMPLEANNO .... che ne dite se mi riposo ????


Oggi si festeggia con la torta di casa mia, la torta del mio primo post :

http://aisapori.blogspot.com/2009/05/torta-paesana-al-cacao-specialita-della.html






domenica 16 maggio 2010

Disintossicarsi con il minestrone







Disintossicarsi col minestrone

Per rigenerare il fisico e disintossicarlo basta recarsi al
mercato e comperare un bel po’ di verdure.
Un volta a casa , si puliscono, si tagliano e si cuociono,
solo il tempo necessario per ammorbidirle , in poco liquido.
In altre parole si prepara un “minestrone”. E la cura è pronta,
in tavola.

La cipolla, antibatterica, agisce sui reni come potente diuretico e
sull’intestino : una “pulizia” rigenerante.
Anche la carota regola le funzioni intestinali e rimedia alle insufficienze
del fegato. E’ anche ricchissima di vitamina A.
La patata conserva il suo potere diuretico anche lessa e dà un ottimo
apporto di potassio , per eliminare la fatica e ricaricarsi.
La numerosa famiglia dei cavoli (cavolfiore, verza, cavolo cappuccio,
cavolo nero) non può mancare nel gran misto verde. E’ ricca di minerali
e, grazie ad alcuni aminoacidi, svolge un’ottima azione disintossicante.

Ecco il mio minestrone super veloce… perché lo cuocio in 12 minuti
nella pentola a pressione . Poi lo lascio intiepidire e lo servo aggiungendo
nel piatto un filo di olio extra vergine d’oliva e, a chi piace, un poco di
parmigiano grattugiato.

Io ho usato gli ingredienti che avevo : (dosi per 6 persone):

una cipolla
2 spicchi d’aglio,
un po’ di prezzemolo ,
un gambo di sedano,
2 carote
2 zucchine
2 patate
una manciata di spinaci
un pugno di foglie di cavolo
100 gr. di zucca
del basilico
100 g. di polpa di pomodoro
Sale
olio extra vergine d’oliva






venerdì 14 maggio 2010

Risotto agli asparagi


RISOTTO AGLI ASPARAGI

Ingredienti per 4 persone :

kg. 0,5 di asparago sottile
mezza cipolla
300 g. di riso arborio
un litro e mezzo fra brodo di dado e acqua di cottura asparagi
50 g. di burro
50 g. di parmigiano grattugiato

Far cuocere gli asparagi tenendoli molto al dente,sgocciolateli,
e tagliateli a tocchetti di circa un centimetro e mezzo, ma
tenetene da parte alcuni interi per la decorazione.
Conservate l’acqua di cottura che servirà in aggiunta al brodo.

Affettate mezza cipolla, mettetela nel tegame per il risotto
insieme a 40 g. di burro sciolto e fatela rosolare ; aggiungetevi
il riso, ( rimestando con il cucchiaio di legno), poi gli asparagi
precedentemente sminuzzati, e, un mestolo per volta, unite
l’acqua di cottura e il brodo, fino a completa cottura del riso.
Mantecate con 10 g. di burro e una parte di parmigiano.
Rimestate bene, rovesciate sul piatto di portata, ricoprite
con il parmigiano grattugiato e decorate con gli asparagi
tenuti da parte. Servite caldo.










lunedì 10 maggio 2010

Flan di zucchine


FLAN DI ZUCCHINE
con salsa di pomodoro

da “La grande cucina regionale – LIGURIA”

Ingredienti per 4 persone:
300 g. di zucchine trombetta d’Albenga
3 cipollotti
40 g. di burro
30 g. di farina
1,7 dl di latte
2 uova
un ciuffetto di timo
1 ciuffetto di basilico genovese
sale
pepe
burro per lo stampo

140 g. di salsa di pomodoro fresco

Mondate le zucchine privandole delle estremità, quindi
lavatele, asciugatele bene e tagliatele a rondelle sottili.
Mondate e riducete ad anelli fini i cipollotti.

In una padella scaldate 40 g. di burro e appassitevi i
cipollotti, poi unite le zucchine, salate e fate cuocere
per qualche minuto, mescolando bene per insaporire
la verdura.
Aggiungete la farina e mescolate, quindi versate il
latte e profumate con il pepe; proseguite la cottura
per 8-10 minuti , quindi togliete dal fuoco e fate
raffreddare.

In una terrina sbattete le uova con sale e pepe, unitele
al composto di zucchine mescolando bene; profumate
con il timo mondato e tritato. Versate quindi il ricavato
in uno stampo da plum-cake leggermente imburrato e
foderato di carta da forno. Livellate la superficie e
passate in forno a 180°C per 35 minuti o fino a quando
il flan apparirà ben sodo e dorato.

Servite il flan sformato e tagliato a fette, accompagnandolo
con la salsa di pomodoro intiepidita e qualche foglia di
basilico fresco.
Il flan è una preparazione delicata, con note dolci conferite dalle zucchine.
Si può consigliare di abbinare a un vino bianco sapido e secco come il
Golfo del Tigullio Bianco o la Lugana.



giovedì 6 maggio 2010

Una cenetta Gourmet per due - Dessert

E per finire la cenetta , un semplicissimo dessert di FRAGOLE E PANNA
con pochisimo zucchero per accontentare il marito,
una spruzzata di limone sulle fragole e un cucchiaino di Aurum,
il liquore d'arancio.





Ed ora ecco i conti della spesa, approssimativi :

per l’antipasto :

Hummus .
ceci 0,80
aglio 0,15
limoni 0,55
tahina 2.00
olive taggiasche . 0,50
salame Milano 0,70
4 fettine di pane 0,30

Totale speso per Antipasto : 5.00 euro


per il Secondo :

Brasato :

Carne scottona Piemontese (offerta esselunga) 4,87
50 g. di pancetta 0.90
carote 3 + gambo sedano e cipolla 0,50
bicchiere di vino rosso Bonarda 0.80

Purea :
6 patate medie 0,90
1 bicchiere di latte fresco intero 0,40
una noce di burro 0,10

Totale speso per Secondo piatto 8,47



per il Dessert .

due coppette di fragole con panna
100 gr. di fragole 1.00
panna montata con zucchero a velo 0,50

Totale speso per Dessert 1.50

=======================================================================

Per la cenetta Gourmet per due speso in tutto 14,97 Euro

Si può spendere anche meno, e non avanzare nulla per il giorno dopo.


Antipasto e Dessert accompagnato da Moet & Chandon, regalato da mia figlia
e il Brasato con puré accompagnato da Bonarda dei Colli Piacentini.



link: http://rossa-di-sera.blogspot.com/2010/04/allora-partiamo-una-cenetta-gourmet-per.html

mercoledì 5 maggio 2010

Una cenetta Gourmet per due - Secondo piatto

dEcco il secondo piatto della Cenetta Gourmet per due a soli ...15 euro !
BRASATO CON PUREA DI PATATE








il brasato tolto dalla pentola di cottura
prima di passare al setaccio le verdure


Buon Appetito !!!








..... per Lei

....... per Lui

e ne è rimasto pure per il giorno dopo....

BRASATO

Ingredienti :

Un pezzo di polpa di spalla –scottona di bovino adulto
piemontese : 576 gr, a euro 4,87 -
50 g. di pancetta
una cipolla media
tre carote
un grosso gambo di sedano
un bicchiere di vino bonarda
un cucchiaio di zucchero
noce moscata
sale

Questo brasato si fa con un bel pezzo di scamone,
messo a rosolare con olio, cipolla e pancetta tritata, e un po’
di noce moscata.
Si lascia colorire la cipolla nella pancetta, poi si unisce la carne, eventualmente lardellata con qualche fettina di prosciutto e si aspetta che prenda a sua volta colore.
A questo punto si mettono in casseruola sedano e carote
tritate grossolanamete , abbondanti.
Si lascia cuocere ancora un po’, poi, dentro un bel bicchiere
di bonarda, magari due, tre, secondo il pezzo di carne che
deve essere quasi coperto; e non dimenticate col vino un cucchiaio di zucchero.
Fate cuocere ancora per due o tre ore, a fuoco lento e se vedete che il sugo rinsecchisce, unite qualche cucchiaio di brodo.
Cotta la carne, mettetela da parte, al caldo; passate il resto al setaccio e rimettete in casseruola quello che vien fuori. Si tratta di far sì che questo sugo diventi bollente, prima di versarlo nuovamente sul brasato tagliato a fette.

Ho accompagnato il brasato con un buon puré di patate,
preparato con 6 patate medie, un bicchiere di latte e una
noce di burro, sale e noce moscata.


il conto della spesa nel prossimo post con il dessert

link: http://rossa-di-sera.blogspot.com/2010/04/allora-partiamo-una-cenetta-gourmet-per.html









Una cenetta gourmet per due - Hummus di ceci

La nostra cara amica Giulia ci ha invitato a preparare
una Cenetta Gourmet per due
a soli...15 euro!
Ho preparato la tavola con amore, senza troppi sfronzoli
ed ho iniziato la cenetta con un antipastino semplice semplice:
Hummus di ceci su crostini di pane, salame Milano e olive taggiasche





















ed ora la ricetta dell'Hummus -
Ingredienti per 4 persone : già che la facevo ho abbondato
200 g. di ceci lessati
150 g. di tahina (salsa di semi di sesamo)
3 limoni
olive nere 20
3 spicchi d'aglio
1 ciuffo di prezzemolo
paprica
olio extra vergine d'oliva
sale
Lasciate ammollare i ceci in acqua per almeno una notte.
Affinchè la buccia risulti più morbida, aggiungete all'acqua
un cucchiaino di bicarbonato. Niente sale.
Quando i ceci saranno ammorbiditi , sciacquateli e fateli
bollire per almeno due ore (io con la pentola a pressione
30/40 minuti); scolateli e conservatene da parte alcuni
interi da utilizzare per la guarnizione.
Riduceteli in purea con il passaverdure o il robot da cucina.
In una terrina unite la tahina, gli spicchi d'aglio tritati
finemente, la paprica e il succo dei limoni filtrato.
Amalgamate con cura gli ingredienti sino a ottenere un
composto cremoso, molto morbido, quindi incorporatelo
alla purea di ceci e salate.
Servite l'hummus , irrorandone la superficie con olio e
spolverizzando sopra la papprica. Accompagnate con
olive nere.
Questa crema fa parte dei tipici antipasti mediorientali,
i mezé o metzés, protagonisti della cucina Greca, Turca,
Libanese ed Egiziana. Ed io l'ho  voluto accompagnare
al salame tipico degli antipasti Italiani.
Un antipasto così è costato pochissimo.


link: http://rossa-di-sera.blogspot.com/2010/04/allora-partiamo-una-cenetta-gourmet-per.html








































domenica 2 maggio 2010

La Torta del 44° Anniversario di Matrimonio

Oggi è il nostro 44° Anniversario di Matrimonio

Virtualmente offriamo una fetta di questa ottima torta a tutti gli Amici




AUGURI !!!!


Abbiamo festeggiato con figli e nipoti
in un Ristorantino della Brianza
Tutto ottimo e genuino

E' stata una bella giornata, ma non è finita !!!
Questa sera altra festa con gli Amici intimi.

Sono contenta di avere condiviso con Voi
questo momento della mia vita privata....


Ciao...Ciao.....!!!



VIRGINIA e AUGUSTO