martedì 23 febbraio 2010

Tacchino alle prugne e pere

TACCHINO ALLE PRUGNE E PERE

Ingredienti per 2/4 persone:

½ kg. di cosciotto di tacchino tagliato a spezzatino
15 g. olio q.b.
½ bicchiere di vino bianco
½ bicchiere di brodo q.b.
2 cucchiai di aceto di mele
2 pere
6 prugne denocciolate sunsweet
rosmarino, timo, salvia q.b.
40 g. di mandorle

Scaldare l’olio con i sapori e rosolarvi il tacchino tagliato a cubetti.
Bagnare con il vino bianco e far evaporare, poi aggiungere il brodo
e due cucchiai di aceto di mele.
Lasciar cuocere circa dieci minuti e aggiungere le pere sbucciate e
tagliate a spicchi e per ultimo le prugne denocciolate.
Proseguire la cottura altri dieci minuti.
Alla fine aggiungere un po’ di mandorle leggermente tostate in una
padella antiaderente. (io non le ho messe).

Questa è una ricetta di sunsweet, da me modificata nelle dosi.

mercoledì 17 febbraio 2010

Corona di cioccolato e caffè





CORONA DI CIOCCOLATO E CAFFE'

(ricetta presa da “Cucinare con Fantasia”)

Ingredienti :

3 uova
1 cucchiaio di caffè liofilizzato
40 g. di cacao amaro
2 cucchiai di latte
150 g. di zucchero
150 g. di burro ammorbidito
+ il necessario per la tortiera
100 g. di farina 00
sale
zucchero a velo

Rompete le uova e tenete da parte gli albumi.
Mescolate il caffè insieme al cacao amaro e fateli
sciogliere nel latte calde. Lasciate raffreddare.
Mettete lo zucchero e i tuorli in una grande terrina
e battete con la frusta fino a ottenere un composto
chiaro e spumoso.
Sempre lavorando con la frusta, incorporate nel
composto la miscela di caffè, cacao e latte.
Unite un po’ per volta il burro a pezzetti mescolando
con un cucchiaio di legno per rendere l’impasto
omogeneo, quindi aggiungete la farina versandola
a pioggia.
Montate a neve ferma gli albumi e un pizzico di
sale; incorporateli nell’impasto mescolando con
grande delicatezza.
Versate il composto in una tortiera a corona e a
cerchio apribile che, in precedenza, avrete imburrato.
Cuocete per 50 minuti in forno preriscaldato a 190°C.
Sformate la corona ancora calda, lasciatela raffreddare
su una griglia, poi cospargete di zucchero a velo e
servite.


martedì 16 febbraio 2010

Filetti di merluzzo alla livornese

Questa è una preparazione velocissima consigliata per
i filetti surgelati.

FILETTI DI MERLUZZO ALLA LIVORNESE

Ingredienti :

400 g. di filetti di merluzzo surgelati.
1 spicchio d’aglio
1 ciuffo di prezzemolo tritato
½ bicchiere di vino bianco secco
olio extra vergine d’oliva
300 g. di pomodorini Pachino
sale e pepe nero da mulinello

Preparazione:

Far rosolare lo spicchio d’aglio schiacciato nell’olio ben
caldo, poi togliere prima di aggiungere il merluzzo.
Cuocere i filetti a fuoco vivo e irrorarli con vino bianco.
Lasciare evaporare per un paio di minuti e aggiungere i
pomodori a cubetti o interi.
Cuocere per altri 10 minuti con coperchio a fuoco medio.
Aggiungere sale e una bella macinata di pepe, a piacere.
Prima di servire, decorare con una spruzzata di prezzemolo



Io non mangio pesce, ma a mio marito sono piaciuti molto.




lunedì 15 febbraio 2010

Anatra all'arancia

Oggi, anatra all'arancia .
Scusate se nella foto è solo la metà di quella che ho preparato per il menù di ieri per San Valentino.Non c'è stato il tempo di fotografarla intera... mi è venuta una delizia...

ANATRA ALL’ARANCIA

(Canard à l’orange)

Dosi per 6 persone :
Ingredienti :
un’anatra del peso di circa kg. 1,500
due arance
un limone
aceto di vino
vino bianco secco
Curaçao
g. 150 di zucchero
brodo
g. 50 di burro
una foglia di alloro
fecola
poca farina
olio
pepe e sale

Preparazione:

Fate arrostire l’anatra in una casseruola contenente metà del burro, poco olio e l’alloro. Salate, pepate e aggiungetevi anche le rigaglie (io non l’ho fatto).
Spruzzate un po’ di vino bianco e continuate la cottura lentamente.
Intanto preparate le scorzette d’arancia e la salsa.
Togliete la buccia alle due arance, eliminando la parte
bianca, e tagliatele a listerelle.; fate poi scottare le scorzette
in acqua bollente.
Per preparare la salsa fate caramellare lo zucchero , diluitelo
poi con un quarto di bicchiere di aceto, il succo di due arance
e un limone. Lasciate ridurre il tutto della metà.
Contemporaneamente, in una casseruolina a parte, fate sciogliere una noce di burro, unitevi un cucchiaino di farina
e rigiratela fino a quando non avrà acquistato un colore brunito. Aggiungetevi mezzo litro di brodo, mescolate la
salsa e lasciatela sul fuoco fino a quando non si sarà addensata. Aggiungete questa salsa a quella preparata
prima e continuate a far cuocere ancora per 10 minuti.
Prima di togliere definitivamente la salsa dal fuoco unitevi
un cucchiaino di fecola diluita con mezzo bicchiere di
Curaçao e le scorzette. (io non avevo il Curaçao ed ho messo
il liquore all’arancia “aurum”).
Controllate la cottura dell’anatra e, se è cotta al punto giusto,
toglietela dal fuoco. Appoggiatela su di un piatto mantenendola al caldo
Lasciate poi raffreddare l’unto rimasto nella casseruola in cui
avete cotto l’anatra permettendo al grasso di addensarsi in
superficie. Eliminatelo e diluite il sugo con un bicchiere di
vino bianco. Passate il sugo al setaccio e unitelo alla salsa
preparata in precedenza mescolando bene.
Al momento di servire le canard à l’orange disponetevi sopra
le scorzette di arancia già pronte scolate dal sugo e presentate
la salsa a parte.

domenica 14 febbraio 2010

Crostata di carote e ricotta

un po' di rosso

per il mio intimo San Valentino ......


Ho trovato questa ricetta in un post del 9 febbraio scorso, di
http://gambettonella zuppa.blogspot.com
e mi ha subito invogliata. Avevo tutti gli ingredienti
e in pochissimo tempo ho preparato questa ….

CROSTATA DI CAROTE E RICOTTA

Ricetta da “Sale & Pepe” – Ottobre 2009

Ingredienti per 6 persone:
260 g. di farina 00
250 g. di ricotta di bufala
200 g. di zucchero
70 g. di burro
2 uova (codice 0)
1 tuorlo
mezza bustina di lievito vanigliato
150 g. di carote
un pizzico di sale.

Preparazione:

Riunire nel mixer 200 g. di farina con il lievito setacciato,
il burro a dadini, un pizzico di sale, 125 g. i zucchero e
lavorare fino ad ottenere un composto a briciole.
Aggiungere poi 1 uovo e lavorare fino ad ottenere una
palla di pasta. Avvolgerla nella pellicola e farla riposare
in frigo per almeno 30 minuti.
Intanto lavorare la ricotta in una ciotola fino a renderla
cremosa.
Raschiare le carote, grattugiarle ed incorporarle alla ricotta.
Aggiungere lo zucchero rimasto, 50 g. di farina, l’uovo ed
il tuorlo ed amalgamare gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.
Stendere la pasta su un ripiano leggermente infarinato con
la farina rimasta, rivestire il fondo ed i bordi di uno stampo
da crostata a cerniera, bucherellare il fondo ed eliminare
la parte eccedente.
Riempire il guscio di frolla con il composto di ricotta,
livellarlo e cuocere la torta nella parte bassa del forno
precedentemente riscaldato , a 180°C per 40 minuti circa.

Osservazioni:
Ho usato farina 00 bio, ho utilizzato zucchero di canna,
non avevo la ricotta di bufala, quindi ho utilizzato la
ricotta vaccina. Non ho aggiunto il tuorlo.
Nelle carote e ricotta, essendo morbida, ho aggiunto
6 amaretti schiacciati fini fini. Ed è stato un tocco
veramente azzeccato.
Ho utilizzato stampo a cerniera da 24 cm di diametro.

Non mi resta che ringraziare affettuosamente Mario !!!!

Buon San Valentino 2010 !!!



A tutti gli innamorati auguro Buon San Valentino !!!!!!!

sabato 13 febbraio 2010

Tortino alle pere e cioccolato

Per fare questo tortino ho utilizzato una ricettina base per muffins.

TORTINO ALLE PERE E CIOCCOLATO

Ingredienti :
200 g. di cioccolato fondente
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina
1 pera tagliata a pezzetti
6 uova
una noce di burro

+ cioccolato , panna e rhum per la crema ganache.

In una ciotola versare il cioccolato già sciolto a bagnomaria,
il burro, lo zucchero, la farina e i rossi d’uovo.
Amalgamare bene. Ho poi aggiunto i pezzettini di pera morbida.
A parte montare gli albumi a neve ben ferma e, poco alla volta
versarli nel composto mescolando delicatamente dal basso verso
l’alto.
Riempire gli stampini monoporzione imburrati e infarinati e
mettere nel forno preriscaldato a 200°C per circa 10-12 minuti.
Fare raffreddare e servire accompagnati da panna montata.

Io li ho poi ricoperti di crème ganache al cioccolato fondente nero:
facendo 1 parte di panna e 3 parti di cioccolato , più un cucchiaio
di ottimo Rhum.








venerdì 12 febbraio 2010

Pesce al sale


PESCE AL SALE

Usate del pesce pregiato (branzino, orata, pagello, ecc.)
freschissimo.
Sventratelo, lavatelo e asciugatelo bene (lasciando la pelle
con le squame, testa e pinne) e sistematelo su un a piastra
da forno con sotto uno strato di sale fino.
Con dell’altro sale fino fate un impasto inumidito con
pochissima acqua e un po’ di albume di uovo sbattuto e
ricopritene ciascun pesce decorandone la superficie con
la punta di un cucchiaio e ponendo una piccola oliva a mo’
di occhio.
Cuocete a circa 180° per 18 minuti se i pesci non superano
il mezzo chilogrammo ; se sono più grossi , calcolate due
minuti di cottura in più ogni 250 grammi di peso in più.
Servite spezzando la crosta di sale davanti ai commensali
e condite con un filo di olio extravergine d’oliva ligure.
Accompagnate con maionese e patate cotte nel sale con
lo stesso procedimento.


Questa è una ricetta del Ristorante SANTACATERINA
di Varazze – Riviera Ligure di Ponente

giovedì 11 febbraio 2010

Trippa alla brianzola o alla milanese



Trippa alla Brianzola (la Busèca) o alla milanese -




Queste è la ricetta di mia mamma, lei ne preparava un pentolone
per dieci persone, ma io vi do le dosi per 4 persone.

Tempo di preparazione: 1 ora
Porzioni : 4
Piatto unico

Ingredienti :

1 kg. di trippa mista ( 800 g. foiolo e 200 g. chiappa)
50 g. di pancetta
olio e burro q.b.
1 gambo di sedano
1 carota
2 cipolle
1 spicchio d’aglio (facoltativo)
4 foglie di salvia
150 g. di fagioli bianchi di Spagna (secchi oppure una scatola di
fagioli già pronti)
200 g. di pomodori pelati
brodo
parmigiano
sale e pepe q.b.

Istruzioni :

Lavare accuratamente la trippa anche se è già cotta (acquistata),
farla bollire un po’ , poi gettare l’acqua e tornare a risciacquarla.
Tagliarla a fettine sottili.
In un tegame con l’olio e burro, rosolare le cipolle e la pancetta tritata.
Aggiungere sedano e carote tagliate a fettine, le foglie di salvia
e fare rosolare un minuto.
Unire la trippa e fare insaporire per un minuto sempre mescolando.
Aggiungere il pomodoro e del brodo caldo. Salare e pepare.
Fare cuocere la trippa per ¾ d’ora adagio adagio, unire altro brodo
caldo quando è necessario.
La trippa non deve mai essere asciutta, ma nemmeno troppo brodosa.
Mezz’ora prima della fine della cottura unire i fagioli cotti a parte.
Servire ben calda con fette di pane casereccio e tanto parmigiano
grattugiato.

Accompagnare con un buon CHIANTI.




martedì 9 febbraio 2010


Gamberi rosa, avocado e rucola

Un antipasto molto indicato per una cenetta intima.

GAMBERI ROSA, AVOCADO E RUCOLA

Dosi e ingredienti per 5/6 persone:

1 kg. gamberi rosa
3 avocado ben maturi
g. 300 rucola
olio extra vergine d’oliva
succo di limone
pepe macinato fresco
sale

Lessate i gamberi in acqua salata, privateli del guscio e
tagliateli a fettine. Pelate l’avocado e tagliatelo a tocchetti,
quindi disponete la rucola sul piatto, cospargetela con dei
gamberi , dell’avocado, irrorate con olio evo , succo di limone , pepe e sale.
Favorite a tavola questo squisito piatto guarnito con pane
casereccio tostato.

Gamberi rosa, avocado e rucola

Un antipasto molto indicato per una cenetta intima.

GAMBERI ROSA, AVOCADO E RUCOLA

Dosi e ingredienti per 5/6 persone:

1 kg. gamberi rosa
3 avocado ben maturi
g. 300 rucola
olio extra vergine d’oliva
succo di limone
pepe macinato fresco
sale

Lessate i gamberi in acqua salata, privateli del guscio e
tagliateli a fettine. Pelate l’avocado e tagliatelo a tocchetti,
quindi disponete la rucola sul piatto, cospargetela con dei
gamberi , dell’avocado, irrorate con olio evo , succo di limone , pepe e sale.
Favorite a tavola questo squisito piatto guarnito con pane
casereccio tostato.

lunedì 8 febbraio 2010

Torta di grano saraceno con marmellata di mirtilli rossi

Questa torta, di origine austriaca, è tipica dell’Alto Adige

English version below

Torta di grano saraceno con marmellata di mirtilli rossi

250 g. di burro
250 g. di zucchero
6 uova
250 g. di farina di grano saraceno
250 g. di mandorle tritate
1 bustina di zucchero vanigliato

Lavorare il burro, 150 g. di zucchero e i tuorli lavorandoli fino a renderli spumosi. Poi unire la farina, mandorle e zucchero
vanigliato, continuando a mescolare.
Montare le chiare a neve unendo poco alla volta il resto dello
zucchero. Unirle con delicatezza al composto.
Versare in uno stampo (meglio se rettangolare) e cuocere in forno a calore moderato per circa un’ora.
Una volta raffreddata, tagliate la torta in due e farcitela di
marmellata di mirtilli rossi.
Spolverare di zucchero a velo e servire con la panna montata.


English version :

Buckwheat cake

250 g. butter
250 g. sugar
6 eggs
250 g. buckwheat flour
250 g. chopped almonds
1 packet of vanilla-flavoured sugar

Work the butter , the 150 grams of sugar and the egg yokes
until they become foamy. Then add the flour, the almonds
and the vanilla – flavoured sugar., while continuing to mix.
Whip the egg whites into a froth , slowly adding the rest
of the sugar. Pour it gently into the mixture.
Bake in the oven at medium heat for approximately one hour.
Once it cools , split the cake in half horizontally and fill the
middle with red whortleberry jam.
Sprinkle with icing sugar and serve with whipped cream.

sabato 6 febbraio 2010

Tortino dello Chef - Il mio post n° 100






Oggi vi segnalo una ricettina fresca di stampa
presa dal Menù per San Valentino, creato in esclusiva per
i lettori di “Libero Stile” da Angelo Gangemi, Chef del
Ristorante Don Carlos del Grand Hotel et de Milan .


TORTINO FONDENTE AL CIOCCOLATO


Per 2 persone :

1 uovo intero
25 g. di burro
55 g. di cioccolato fondente o al latte
20 g. di farina 00
20 g. di farina di mandorle
30 g. di zucchero

inoltre : 2 stampini di alluminio del diametro di circa 7/8 cm

Preparazione :
Montate l’uovo e lo zucchero, sciogliete a bagnomaria il burro
con il cioccolato ( fondente per un sapore intenso , al latte per una preparazione più delicata e dolce).
Setacciate la farina di mandorle con la farina 00 . Quando uova
e zucchero diventano un impasto omogeneo e ben montato,
unite la salsa di burro e cioccolato , mescolando dolcemente
il composto con una spatola, dal basso verso l’alto.
Quando il colore è uniformemente scuro , aggiungete a filo
le farine setacciate sempre amalgamando dolcemente dal
basso verso l’alto.
Imburrate degli stampini di alluminio e versate fino a raggiungere la metà del contenitore .
Infornate a 190°C per 7 minuti.
Il risultato finale deve essere un tortino dall’esterno ben cotto
e una lacrima fusa di cioccolato all’interno.

venerdì 5 febbraio 2010

Torta alla Nutella - 4th Annual World Nutella Day



Questa è la “ Torta alla Nutella” , preparata
per il compleanno di mio nipote.

Si tratta di pan-brioche assemblati a forma di un numero ,
in questo caso il numero 9 (gli anni del festeggiato)
e riempiti di morbida e vellutata Nutella.
Una torta molto apprezzata da grandi e bambini.


Oggi 5 Febbraio 2010 è la Giornata Mondiale della Nutella







giovedì 4 febbraio 2010

Tulipani alla panna e frutti di bosco - per San Valentino

Fra dieci giorni è San Valentino, la festa degli innamorati..... e cosa c'è di meglio di un po' di coccole....!!!???

TULIPANI ALLA PANNA E FRUTTI DI BOSCO

Per 6 persone:

300 g. di frutti di bosco misti (fragoline, mirtilli, ribes,
lamponi, more) , lavati ed asciugati
6 alchechengi
30 cl. panna da montare
1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio
50 g. di zucchero
1 bustina di zucchero vanigliato

Per i tulipani (o canestrelli di pasta croccante):

2 albumi + 1 tuorlo
100 g. di zucchero
60 g. di farina
60 g. di mandorle macinate
30 g. di burro fuso + il necessario per la placca


Preparate la pasta per i tulipani battendo con la frusta
gli albumi, il tuorlo e lo zucchero.
Quando il composto inizierà a montare , unite la farina,
le mandorle macinate e il burro fuso.
Imburrate la placca e deponetevi la pasta suddivisa in
sei dischetti ben distanziati uno dall’altro. Fate quindi
cuocere per 5 minuti in forno preriscaldato a 210°C.
Appena i dischi di pasta saranno dorati, staccateli dalla
placca con una spatola e sistemateli, ancora caldi e
morbidi, su seu bicchieri capovolti, in modo che, raffreddando,
assumano la forma di una corolla.

Montate la panna con il frullino elettrico incorporandovi
subito l’acqua di fiori d’arancio e, solo in un secondo tempo,
i due tipi di zucchero, che unirete a poco a poco appena la
panna incomincia ad addensarsi.

Quando i tulipani saranno freddi riempiteli con la panna montata
e i frutti di bosco, decorate con un alchechengi e servite subito.