lunedì 15 giugno 2009

Pizza Armena - Lahmadjin














Questo è stato il primo esperimento nella preparazione del lahmadjin,

la pizza armena, e anche turca e araba.

E' stata una decisione improvvisa. Trascorrevo il week-end del 2 giugno

in Versilia a casa di mio cugino e gli stavo mostrando il nuovissimo

libro di Cucina Armena, scritto da Sonya Orfalian, quando decidemmo

di andare al supermercato a cercare gli ingredienti per fare il "lahmadjin".

E così, anzichè metterci a fare la pasta, comprammo la pasta da pane per

velocizzare. E alla sera a cena ci gustammo questa pizza che per me era una

novità. Veramente saporita. Da rifare certamente ma con la pasta preparata

da noi.




La Ricetta di Sonya Orfalian – La Cucina Armena

Dose per 12 pizze

Per la pasta :

600 g. di farina
2 cucchiai di olio d’oliva
mezzo cubetto di lievito
sale

Per il Ripieno:

600 g. di carne macinata ( agnello o vitellone)
1 scatola di pelati
2-3 pomodori freschi
1 mazzetto di prezzemolo
1 grosso spicchio d’aglio
1 cipolla media
3 cucchiai d’olio d’oliva
½ cucchiaino di pimento in polvere
Peperoncino verde (dolce o piccante)
Sale e pepe

Mettete il cubetto di lievito in un bicchiere d’acqua
tiepida, lasciatelo sciogliere e quindi versatelo nella
farina. Unite l’olio, un cucchiaino raso di sale e
impastate bene fino a ottenere una pasta morbida.
Lasciate lievitare bene in una terrina coperta con
un telo in un luogo riparato.
Se il liquido del lievito non è sufficiente per amalgamare
l’impasto, potete aggiungere un po’ d’acqua tiepida.
Dovrete ottenere un impasto elastico.

Dividete, poi, la pasta in 12 porzioni grandi come una
arancia.
Oleate appena la vostra teglia spargendo con il palmo
della mano l’olio sulla superficie.
Prendete una porzione di pasta e stendetela nella teglia,
usate i polpastrelli spingendo la pasta verso i bordi.
Fate in modo, mentre stendete, che la pasta abbia uno
Spessore uguale sia al centro che ai bordi.
Per il Ripieno: mescolate tutti gli ingredienti indicati,
unendo i pelati schiacciati con la forchetta,oppure
frullati. A piacere potrete aggiungere del peperoncino
verde piccante o un pezzetto di peperone dolce verde.
Unite tutti gli aromi al trito di carne; potete passare gli
odori nel mixer.
Se condite il tritato in anticipo, vedrete che si formerà
del liquido. Toglietelo tutto delicatamente con un
cucchiaio che poggerete sulla carne e premendo piano
verso il basso fino a che non si sarà colmato di liquido.

Quando la pasta è stesa mettete due pugni di tritato,
condito a dovere, al centro e iniziate a distribuirlo
uniformemente sulla pasta con un movimento rotatorio.
Noterete che la pasta si assesterà un po’.
Delicatamente con i polpastrelli sistemate ben bene
la carne fino ai bordi della pasta.

Infornate a 180°C per circa 20-25 minuti, o fino
a che la pasta non sarà cotta.
Per sicurezza, se siete alle prime armi, potete sollevare
con una larga spatola la parte sottostante della pizza
“Lahmadjin” per controllare se la cottura è giusta.

Il “Lahmadjin” va servito preferibilmente appena
sfornato e irrorato con gocce di succo di limone.



































1 commento:

  1. ricordo la cucina armena che mangiavo a casa della mia amica Arda, che bei ricordi Virginia....questa tua ricetta me la segno perchè mi piace particolarmente, un abbraccio...Ti metto nel blogroll così passerò a trovarti...un abbraccio

    RispondiElimina